Oggi è il 19 gennaio 2022
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

200 milioni di euro di negoziato su 1city.biz nel primo semestre 2003

Da gennaio a giugno, raggiunti volumi superiori del 18% rispetto all’intero 2002, confermando il trend di crescita del marketplace che fa capo a Gruppo UniCredito in partnership con Gruppo Impregilo, ERG e Oracle. Cresce anche la quota del non captive.
Milano – 1city.biz ha chiuso il primo semestre 2003 con 200 milioni di euro di negoziato sulla propria piattaforma: volumi superiori di circa il 18% rispetto a quelli registrati nell’intero 2002 e di oltre il 230% rispetto al primo semestre dell’anno scorso. “Questi risultati dimostrano un costante aumento della fiducia dei clienti nei confronti della nostra piattaforma per il B2B, ulteriormente sottolineata dal valore del transato effettuato da parte di clienti non azionisti: nel primo semestre 2003, infatti, il non captive ha rappresentato il 30% del totale del negoziato sul marketplace”, ha dichiarato Paolo Cederle, Amministratore Delegato di 1city.biz. L’efficacia del modello di 1city.biz – 2200 aziende iscritte a oggi tra buyer e seller - è dimostrata anche dal saving medio dichiarato dai clienti buyer sui prezzi target d’acquisto nelle aste, pari al 12-15%, con punte del 35-40% a seconda delle categorie di prodotti negoziati. Queste percentuali, dalla nascita del marketplace nel 2002 a oggi, hanno significato un risparmio globale nell’ordine dei 50 milioni di euro per le aziende acquirenti. Grande dinamismo del marketplace anche sul fronte dei fornitori, con 420 aziende che si sono aggiudicate una o più aste (70 delle quali hanno vinto almeno 3 gare). Alcuni fornitori si sono aggiudicati più di 30 gare a testa e, a livello di valore, 70 aziende hanno fatturato più di 1 milione di euro l’una sul marketplace (15 più di 3 milioni di euro). Con l’obiettivo di rispondere sempre meglio alle esigenze delle diverse tipologie di clienti, 1city.biz ha inoltre recentemente avviato un progetto volto a creare momenti di incontro organizzati per segmenti di mercato verticali, che riuniscano rappresentanti della funzione acquisti appartenenti ad aziende dello stesso comparto industriale per discutere le spedifiche problematiche e richieste in materia di eProcurement. I primi incontri riguarderanno i comparti oil & gas, banche & assicurazioni e chimico.
 

Autore: Redazione FullPress
News inserita in: e-Business
Pubblicato il: 24 luglio 2003


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter