Oggi è il 30 marzo 2020
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Brocade potenzia l’architettura Data Center Fabric con l’applicazione Data Center Fabric Manager

Gestione intuitiva e piattaforma di management end-to-end per garantire la massima scalabilità
Brocade ha reso disponibile Brocade Data Center Fabric Manager (DCFM) 10.0, un’applicazione di storage network management che permette alle aziende di gestire in sicurezza il flusso di dati attraverso fabric multipli in modo da incrementare produttività, scalabilità ed efficienza operativa.

Il DCFM di Brocade ha capacità uniche per una gestione end-to-end del data center fabric - dalle porte storage dei sistemi networked storage agli Host Bus Adapter inclusi nei server, siano essi fisici o virtuali. L’applicazione è in grado di configurare e interfacciarsi con tutti i prodotti di storage networking, inclusi DCX Backbone, i director, gli extension device e gli switch. Inoltre Brocade DCFM è strutturato per aumentare la scalabilità in modo da monitorare 24 fabric multiprotocollo contemporaneamente, supportando fino a 9.000 porte fabric e 20.000 porte di device. È anche in grado di fornire sia lo storico delle performance sia i risultati real-time in modo da favorire una diagnosi proattiva dei problemi, massimizzare l’uso delle risorse e facilitare la programmazione.

Un sistema di gestione intuitivo permette di semplificare i compiti ripetitivi nonché di avere una dettagliata visibilità sulle performance hardware e sulla ampiezza di banda di rete, in modo da incrementare la produttività e ottimizzare l’utilizzo delle risorse dell’infrastruttura.

DCFM è un componente centrale dell’architettura Brocade Data Center Fabric (DCF) e vanta le caratteristiche più performanti di tutti i prodotti di gestione Brocade. È disponibile in due configurazioni:


Brocade DCFM Enterprise: consente un percorso non distruttivo di upgrade e di continuità funzionale per le aziende che attualmente utilizzano Brocade Enterprise Fabric Connectivity Manager (EFCM) o Brocade Fabric Manager
Brocade DCFM Professional: Dotato di caratteristiche simili a Brocade DCFM Enterprise che lo rendono ideale per aziende che necessitano di una soluzione di gestione meno estesa per ambienti SAN ridotti che hanno fino a 1000 porte in un singolo fabric.

Brocade DCFM integra la gestione di Brocade Fabric OS (FOS) e Brocade M-Enterprise OS (M-EOS) in modo da misurare la gestione dei percorsi dati fisici e virtuali tra i server e lo storage e garantisce l’integrabilità con i framework di gestione già installati da altri fornitori di storage, server e data center, attraverso interfacce aperte standard.


La nuova generazione di servizi Fabric e servizi Professionali

Per favorire la compliance con gli standard di sicurezza aziendali, Brocade DCFM supporta le funzionalità di crittografia per i dati fornite da terze parti e i prodotti HBA. I clienti potranno contare sui Brocade Professional Service per supporto all’installazione e per sfruttare al meglio tutti i benefit forniti da DCFM. Sono infine disponibili servizi di migrazione per aiutare le aziende a migrare i dati da ECFM o Fabric Manager.

Prezzi e disponibilità
La soluzione DCFM Professional viene fornita acquistando uno switch Brocade e può essere scaricata dal sito www.brocade.com. DCFM Enterprise è invece disponibile tramite i partner certificati di Brocade. Brocade fornirà una licenza gratuita per l’upgrade a DCFM Enterprise per i clienti già in possesso di EFCM e Fabric Manager a DCFM Enterprise..
Per maggiori informazioni visitare il sito www.brocade.com

Per ulteriori informazioni e per richiedere immagini e fotografie:
Alessandra Ferrari, Ufficio Stampa – Grandangolo S.r.l.
Tel.: 02 3453.7535 – Fax: 02 3453.2848
E-mail: aferrari@grandangolo.it
 

Autore: Grandangolo Communications
News inserita in: Nuove tecnologie
Pubblicato il: 23 settembre 2008


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter