Oggi è il 19 gennaio 2022
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

1city.biz annuncia una collaborazione con ADACI, l’Associazione Italiana di Management degli Approvvigionamenti

Sono previste numerose iniziative congiunte mirate alla promozione dell’utilizzo del marketplace per la gestione degli acquisti.
1city.biz, il mercato virtuale che fa capo a Gruppo UniCredito Italiano, ha annunciato un accordo di collaborazione con ADACI, l’associazione italiana che da più di trent’anni rappresenta un punto di riferimento per i responsabili degli acquisti e per coloro che operano nelle aree supply chain, logistica e facility management. L’accordo prevede lo studio e l’attuazione di iniziative congiunte sui temi dell’e-procurement e dell’e-marketplace: collaborazione nella messa a punto di servizi di consulenza per i clienti di 1city.biz, attività di supporto nell’individuazione di fornitori in diversi settori merceologici, attività formative promosse con il contributo di formatori ADACI, attivazione di contatti e attività di comunicazione congiunta, organizzazione di eventi mirati con la partecipazione di esperti Adaci agli incontri sul territorio organizzati da 1city.biz. “Si tratta di una partnership molto importante per una realtà come la nostra, che punta a fornire ai propri clienti un servizio completo, qualificato e certificato”, ha dichiarato Paolo Cederle, amministratore delegato di 1city.biz. “Adaci dispone di consulenti esperti in vari settori delle aree acquisti, che verranno messi a disposizione dei nostri clienti per garantire servizi finalizzati a facilitare, valorizzare, velocizzare e incrementare l’utilizzo di sistemi dinamici di negoziazione”.
 

Autore: Redazione FullPress
News inserita in: e-Business
Pubblicato il: 17 luglio 2003


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter