Oggi è il 05 giugno 2020
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Acquisti solidali, nasce Equalway, il social-marketplace solidale

Il 14 Ottobre 2009, ore 11,30 a Roma, presso la Città dell'Altra Economia, verrà presentato alla stampa il progetto www.equalway.org. Si tratta del primo marketplace europeo dedicato alle relazioni dirette tra produttori e consumatori con strumenti tipici del socialnetworking a favore dei gruppi di acquisto solidali.
Acquistare prodotti e servizi non è solo uno scambio di beni e soldi tra diverse persone, è anche un percorso di conoscenza, crescita e responsabilità. Questa è l’idea che sta alla base di www.equalway.org , un social marketplace che ha verrà presentato il 14 Ottobre a Roma. Equalway è innanzitutto un progetto sociale ed economico – afferma Dario Ventre, 25 anni, coordinatore dell’iniziativa - che ha l'obiettivo di mettere in primo piano il rispetto delle persone e delle culture. Crediamo che ciò sia possibile grazie ad un mondo economico 'altro' attraverso il quale valorizzare equità, ambiente, tipicità, lavoro senza sfruttamento, relazioni umane e conoscenza. Attraverso il sito equalway è possibile mettersi in contatto direttamente con i produttori, sapere chi sono, in che modo producono, capire la “storia” dei beni e dei servizi che si acquistano, da dove arrivano e come vengono realizzati, quali sono le passioni e le difficoltà che vi sono dietro. L’intermediazione tipica delle lunghe filiere della grande distribuzione lascia con equalway il posto al contatto diretto: la conoscenza, che fino ad ora si fermava ad un’etichetta ed il suo logo, va oltre e passa attraverso le voci, i racconti e le esperienze di chi lavora.
Un luogo con le sole esperienze di chi produce non darebbe vita ad un dialogo e ad una crescita. Per questo attraverso equalway è possibile instaurare dei rapporti “narrativi” tra produttori e consumatori e tra gruppi di consumatori: è infatti possibile attraverso il sito creare dei gruppi d’acquisto. Si tratta di gruppi di persone che vivono - o che lavorano - nello stesso luogo e che decidono di rivolgersi assieme ai produttori per poterli incontrare, fare domande, proporre acquisti e muovergli eventuali appunti.
E’ un paradigma sfidante dei rapporti tra consumatori e produttori - dichiara Ursula Franco, che si occupa delle tematiche di comunicazione - che realizza maggiore conoscenza e responsabilità da parte dei vari attori in gioco. Equalway è inoltre uno strumento utile ai piccoli produttori per sfuggire alle logiche della grande distribuzione, tutte basate sul prezzo e che, sulla spinta all’omologazione, distruggono specificità locali e culture.
Il progetto, ideato e realizzato da ragazzi tra i 25 e i 33 anni che hanno deciso di mettersi assieme in cooperativa (e che ha già ottenuto un importante riconoscimento dalla Presidenza del Consiglio e dal Ministero delle Politiche Giovanili), è un’interessante sfida anche dal punto di vista tecnologico-comunicativo: è infatti assieme un social network ed un vero e proprio marketplace web 2.0 che non ha eguali in Italia.
Funzionerà? Beh, speriamo di si! Crediamo che in un periodo di crisi dei modelli economici tradizionali – ci dice Bruno Ventre, ideatore di equalway - sia assolutamente necessario puntare su conoscenza, condivisione e responsabilità. Immaginiamo che le produzioni biologiche, quelle equosolidali, gli acquisti a chilometro zero e i consumi responsabili possano risultare il mezzo per raggiungere la consapevolezza necessaria. Ci mettiamo la nostra convinzione e la nostra passione, vediamo cosa succede!
 

Autore: Ursula Franco
Link: http://www.equalway.org
News inserita in: Social Network
Pubblicato il: 06 ottobre 2009


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter