Oggi è il 03 aprile 2020
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Alpha 700, robusta e pratica la nuova reflex Sony

Sony ha annunciato oggi l’arrivo di una nuova componente della famiglia di reflex digitali.

Dedicata agli appassionati di fotografia e ai semi-professionisti, che rappresentano in Italia un segmento estremamente importante, pari al 31% del mercato, Alpha700 vanta prestazioni senza compromessi, tempi di risposta straordinari e un’eccellente qualità delle immagini ad alta definizione in qualsiasi fase operativa, dall’acquisizione alla riproduzione.

Oltre a una solida qualità di costruzione e a caratteristiche user-friendly, Alpha700 è estremamente facile da utilizzare per essere una reflex digitale altamente specializzata. Grazie alla nuova e intuitiva interfaccia “Quick Navi”, le impostazioni della fotocamera si regolano in pochi istanti, in base alle condizioni di ripresa.

Straordinaria qualità delle immagini
Il segreto delle incredibili prestazioni della fotocamera Alpha700 è racchiuso nel nuovissimo sensore CMOS Exmor da 12,24 megapixel effettivi, che si avvale di esclusive tecnologie di conversione A/D per offrire rapidità operativa ed elevata qualità delle immagini. La componentistica Sony di ultima generazione e le avanzate tecniche di elaborazione dei segnali assicurano immagini straordinariamente chiare, nitide e dettagliate, con tinte e sfumature vivide e intense per immagini più realistiche.
Per la prima volta in assoluto su una reflex digitale, l’avanzato sensore CMOS Exmor effettua la conversione A/D sfruttando componenti dedicati, posizionati a distanza ravvicinata da ogni matrice di elementi del sensore.
L’eliminazione del rumore analogico, effettuata prima della conversione A/D, è completata da un’ulteriore fase di riduzione del rumore, a livello del microprocessore, applicata ai segnali già digitalizzati.

Si ottengono così segnali digitali del tutto esenti da interferenze e rumore esterno, che nelle reflex digitali convenzionali possono invece compromettere seriamente la qualità dei segnali analogici prodotti dal sensore.





Nuovo sistema AF a 11 punti in configurazione “double central cross"Poter disporre di un sistema autofocus ad attivazione rapida e precisa è un imperativo per qualsiasi fotografo. Con 11 punti di analisi della messa a fuoco disposti su 11 linee, in configurazione “double central cross”, il nuovo sensore ottimizza l’accuratezza di messa a fuoco in un’ampia gamma di condizioni di ripresa, anche utilizzando ottiche più luminose (F2.8). Inoltre, è stata aumentata la rapidità del sistema di azionamento dell’obiettivo nelle fasi di valutazione della distanza dal soggetto e di regolazione della messa a fuoco.
L’ampia portata dell’illuminatore del sistema autofocus contribuisce infine alla precisione e alla rapidità del sistema durante l’uso in ambienti poco luminosi o in caso di soggetti a basso contrasto.

Interfaccia rapida e intuitiva per una pratica gestione delle funzioni operative La nuova interfaccia “Quick Navi”, garantisce una grande prontezza d’uso quando non c’è tempo per ricorrere ai menu delle funzioni. Grazie al selettore multi-funzione comodamente accessibile e alle icone visualizzate nel display da 3”, accedere alle impostazioni della reflex è estremamente semplice ed intuitivo. I parametri selezionati possono essere modificati direttamente, senza che sia necessario utilizzare complessi sottomenu.

Per la massima praticità d’uso sia in studio che in esterni, è possibile memorizzare tre combinazioni di ventotto diversi parametri di scatto, che potranno in seguito essere richiamate istantaneamente. Al pulsante Custom, situato sul retro del corpo macchina, può essere assegnata una funzionalità operativa tra quelle di uso più frequente, come ad esempio la selezione delle dimensioni del file o dell’area di messa a fuoco automatica.




Prestazioni impeccabili anche nelle situazioni più criticheLa fotocamera Alpha700 è stata concepita per soddisfare le richieste degli appassionati di fotografia più esigenti, che desiderano prestazioni impeccabili. Il corpo macchina in lega di magnesio è abbinato a un telaio rinforzato in lega di alluminio. Guarnizioni in silicone proteggono dalla polvere e dall’umidità i pulsanti e gli slot per l’inserimento delle schede di memoria. L’aspetto professionale della reflex è ulteriormente sottolineato da un “rumore di scatto” più morbido, che accompagna il rilascio dell’otturatore, e da un potente motore di azionamento del sistema AF che riduce il rumore e le vibrazioni durante la messa a fuoco.

Il nuovo otturatore ad alte prestazioni ha un’ affidabilità nel tempo equivalente a circa 100.000 cicli di azionamento, e la velocità massima di 1/8000 sec. (velocità di sincronizzazione flash 1/250, oppure 1/200 con Super SteadyShot attivato) consente di “congelare” i soggetti in rapido movimento. Un motore “hi power coreless” aziona sia l’otturatore ad alta velocità che lo specchio con doppio ammortizzatore, e permette di effettuare scatti continui fino a 5 immagini al secondo. In modalità JPEG Fine o Standard, il numero massimo di immagini memorizzabili è limitato unicamente dalla capacità della scheda, mentre è possibile catturare in formato RAW un'unica sequenza di 18 immagini a 5 fps.
Impugnatura verticale opzionale, per la massima versatilità di utilizzo
Le prestazioni ultra-rapide sono completate da un’ergonomia tipica delle reflex professionali, a garanzia di una manovrabilità sicura sia nell’uso in studio che all’aperto. Il “grip” verticale VG-C70AM – opzionale – permette di gestire in tutta comodità e semplicità il pulsante di scatto e molte altre funzioni in qualunque condizione di inquadratura.
La nuova batteria InfoLITHIUM Serie M permette di effettuare fino a 650 scatti con una singola ricarica (misurazione CIPA).

 

Autore: Redazione FullPress
News inserita in: Varie
Pubblicato il: 12 settembre 2007


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter