Oggi è il 08 agosto 2020
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Bruce Schneier in Italia per il Security Summit 2011

Bruce Schneier sarà key note speaker della prossima edizione del Security Summit, il convegno dedicato al tema della ICT Security in programma a Milano tra il 14 e il 16 marzo.

Nel 2010 le aziende americane hanno subito danni per oltre 1 miliardo di dollari dagli attacchi di virus ed agguerriti hacker e sono note a tutti le conseguenze del boicottaggio portato a fine dicembre dai sostenitori di Assange e di Wikileaks ai siti di PayPal e di Visa  “rei” di avergli bloccato i conti.
Schneier è quello che lo stesso The Economist definisce un “security guru”, consulente di grandi aziende e di enti pubblici e profondo conoscitore di tutte le problematiche che riguardano la sicurezza informatica e delle telecomunicazioni.
Security Summit è del resto la sede più adatta per questo tipo di “vision” perchè, organizzato dal Clusit e da CEventi, il convegno è dedicato sia ai professionisti della Ict security in aziende, società finanziarie ed enti pubblici, sia agli uomini di business che vogliono comprendere la reale portata dei rischi che le loro aziende corrono e le soluzioni per controllarli e arginarli.“Il programma di Security Summit, molto articolato e al momento ancora in fase di definizione, spiega Paolo Giudice, segretario generale del Clusit, consente a ciascun partecipante di costruire un percorso di crescita professionale o di aggiornamento su misura, visto che prevediamo sessioni tecniche, tavole rotonde, atelier tecnologici di approfondimento, sessioni plenarie con interventi di scenario ecc.”

Bruce Schneier parteciperà a Security Summit 2011

Bruce Schneier parteciperà a Security Summit 2011

 

Autore: cinzia ercolano
Link: http://www.securitysummit.it/
News inserita in: Eventi e fiere
Pubblicato il: 03 febbraio 2011


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter