Oggi è il 22 aprile 2021
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Cognos Finance Forum 2007

Manager finanziari e responsabili amministrativi si confrontano sul tema del Performance Management
Speaker e testimonial di caratura internazionale, 3 sessioni di approfondimento, una tavola rotonda con l’esperienza dei clienti e un’area espositiva dove toccare con mano le ultima novità sul Performance Management. Sono questi gli elementi che hanno caratterizzato e valorizzato la tappa italiana del Finance Forum 2007, una serie di eventi organizzati da Cognos con lo scopo di approfondire i temi della pianificazione finanziaria e operativa, il budgeting e il bilanancio consolidato con particolare riferimento alle strutture amministrative delle aziende. L’evento di quest’anno, sponsorizzato da IBM con la partecipazione di Argo Lab, Amazing Italy, Axiante, Brain Force, Connexò, Sopra Group e il patrocinio di Andaf, si è tenuto a Milano, nella prestigiosa sede del Il Sole 24 ore e ha visto la partecipazione di manager e dirigenti impegnati quotidianamente nei complessi processi di analisi, pianificazione, budgeting, forecasting e controllo di gestione aziendale. Il tema scelto per l’edizione 2007 del Finance Forum - Come bilanciare al meglio innovazione e controllo e far crescere le performance? – ha suscitato grande interesse tra i partecipanti i quali hanno dato vita ad una fitta giornata di lavori. A dar “fiato alle trombe” ha pensato David Axson, presidente del Sonax Group, già direttore dell'area Corporate Planning in Bank of America e autore del libro 'Best Practices in Planning and Performance Management'. L’intervento di Axson, particolarmente apprezzato dai partecipanti, ha riguardato gli aspetti pratici per creare processi di performance management più semplici, rapidi ed efficienti. In particolare, Axson ha ribadito l’importanza di predisporre i budget e i forecast non tanto per cercare di prevedere l’andamento del business quanto per supportare le decisioni strategiche. Inoltre, il manager ha sottolineato come molto spesso i budget riportino, anche con un elevato livello di dettagli, i singoli costi ma tralascino di identificare gli investimenti necessari a fidelizzare i clienti o ad attrarne di nuovi. In questo quadro, strumenti e best practice quali rolling forecast e balanced scorecard, oltre ad una accurata fase di reporting, sono quanto di più utile possa essere tecnologicamente implementato per aumentare l’efficienza delle aziende. La mattinata è proseguita con Federico Della Casa, Country Manager di Cognos Italia, il quale ha esordito con una particolare metafora in campo sportivo. Secondo il manager, il successo di un maratoneta, esattamente come quello di una azienda, è direttamente correlato alla capacità di pianificare ogni aspetto della prestazione (o del business per un’impresa), tenendo conto del maggior numero di parametri possibili per limitare i rischi e poter replicare risultati di successo. Abbandonata l’atletica, l’intervento di Della Casa si è concentrato sulle reali esigenze del mercato in relazione agli strumenti di performance management, identificando tre principali tendenze. La prima riguarda la necessità di adottare una pianificazione non formale ma pragmatica, semplice da usare e legata a doppio filo alla realtà dell’azienda e al mercato in cui opera. In secondo luogo emerge la necessità di sviluppare budget e forecast non più su base annuale ma trimestrale, se non ancora più ravvicinata, al fine di tenere conto della costante modificazione delle condizioni di business. Infine, ed è la terza tendenza, appare chiaro come sempre più spesso sia necessario estendere la pianificazione ad altri settori aziendali oltre a quello finanziario, includendo in questo processo il marketing, le vendite e gli acquisti. Attraverso esempi concreti, Della Casa e i suoi collaboratori hanno dimostrato ai partecipanti come, attraverso pochi clic di mouse, sia possibile sfruttare gli strumenti Cognos per gestire le risorse umane, estrapolare dati sul venduto secondo una moltitudine di parametri e importare e utilizzare i dati in Excel o PowerPoint, favorendo l’estensione degli strumenti di performance management a quegli utenti abituati ad utilizzare gli applicativi Microsoft. A testimonianza di quanto importante sia per Cognos il rapporto con i propri clienti, Della Casa ha concluso il suo intervento accennando all’Innovation Center. Si tratta di un’iniziativa che, attraverso un portale dedicato, raggruppa utenti, esperti e analisti di mercato con lo scopo condividere best practice e applicazioni di analisi, pianificazione, budgeting e reportistica. Ed è ancora sugli aspetti più pratici e concreti che si sono confrontati i partecipanti alla tavola rotonda moderata da Monica D’Ascenzo, giornalista de Il Sole 24 ore – Finanza & Mercati. Il “parterre de roi” era composto da manager di due importanti multinazionali operanti nel settore Food quali Pepsico e McDonald’s che hanno illustrato con dovizia di particolari le best practice adottate dalle rispettive aziende per risolvere le pressanti problematiche di pianificazione e budgeting. “Il precedente sistema di budgeting era basato su una miriade di spreadsheet e non poteva più supportare le nostre esigenze – ha spiegato Christian Tagliaferri, Corporate Controller di McDonald’s Italia. – Gli strumenti per il planning di Cognos si sono rivelati ideali da molti punti di vista. Innanzitutto si sono integrati perfettamente con il database e il sistema contabile utilizzato in McDonald’s. In secondo luogo, grazie al loro livello di personalizzazione e flessibilità, abbiamo potuto adattarli ai nostri requisiti. Il risultato è un ambiente di business intelligence estremamente facile da usare e grazie al quale abbiamo potuto gestire i processi di budgeting con un consistente risparmio sia in termini di tempo, sia di risorse”. “In PepsiCo Italia utilizziamo la piattaforma di business intelligence di Cognos fin dal 2004, con ottimi risultati – ha proseguito Dario Zangradi, Planning Manager di Pepsico Italia. – Quando ci siamo resi conto che lo strumento di pianificazione che utilizzavamo non riusciva più a soddisfare le nostre esigenze ci è sembrato naturale affidarci a Cognos anche per il planning. Oggi gli utenti dell’area vendite e del settore finanziario possono gestire il processo di pianificazione in maniera completamente decentrata, basandosi su dati uniformi e senza dover gravare sulla struttura IT. L’implementazione del tool di Cognos è avvenuta nei tempi previsti e il suo utilizzo è stato immediato grazie ad un efficace training on the job”. La mattinata si è conclusa con l’intervento di Marco Albertoni, titolare della cattedra di pianificazione e controllo all’Università Cattolica di Milano e consulente della divisione Business Consulting Services di IBM. Nella sua presentazione Albertoni ha delineato gli scenari futuri della business intelligence e del performance management, identificando nei concetti di Information On Demand e SOA (Service Oriented Architecture) gli elementi che maggiormente caratterizzeranno le infrastrutture applicative del futuro. Inoltre, Albertoni ha sottolineato la proficua collaborazione tra Cognos e IBM sul terreno della business intelligence e delle applicazioni middleware, con l’obiettivo di offrire ai clienti le migliori soluzioni end-to-end sfruttando le rispettive best-practice. Il pomeriggio prevedeva tre sessioni parallele ognuna delle quali caratterizzata da un tema specifico, dalla gestione e controllo finanziario alla pianificazione & forecasting finanziario e operativo, fino al reporting, agli strumenti di analisi e ai cruscotti destinati ai responsabili finanziari e amministrativi. Le presentazioni hanno avuto un taglio decisamente pratico e hanno evidenziato esigenze e problematiche reali, best practice sviluppate sul campo, oltre ai vantaggi concreti che si possono ottenere dall’adozione delle varie soluzioni Cognos tra cui la piattaforma Cognos 8 BI, i tool Cognos Planning e Controller, la suite Workforce Management per la gestione delle risorse umane e i Performance Blueprint. “Oltre al costante sviluppo delle proprie soluzioni al fine di soddisfare le crescenti esigenze delle aziende in termini di analisi, reporting e misurazione delle performance, Cognos è impegnata nel creare proficue occasioni di incontro con partner e clienti - ha concluso Federico Della Casa, Country Manager Cognos Italia. – A questo riguardo, eventi come il Finance Forum rafforzano le relazioni di business esistenti e ne favoriscono di nuove attraverso il confronto diretto tra Cognos, i partner e gli utenti sulle reali esigenze e sulle best practice applicate con successo. Il tutto in un contesto altamente professionale e impreziosito dagli interventi di opinion leader, capitani d’azienda e della stampa più qualificata”. Per ulteriori informazioni: Cinzia Liguori, Ufficio Stampa, Grandangolo S.r.l. Tel. 02 3453.7535 – Fax 02 3453.2848 E-mail: cliguori@grandangolo.it
 

Autore: Edoardo Bellocchi
News inserita in: Varie
Pubblicato il: 22 maggio 2007


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter