Oggi è il 23 giugno 2017
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Con il sistema operativo modulare di Extreme Networks si rafforza la sicurezza della rete

La nuova versione di ExtremeXOS rafforza l'applicazione delle policy NAC via DHCP a livello di switch senza richiedere aggiornamenti hardware o complesse modifiche di rete \r\n\r\n
Milano – Extreme Networks Inc. (Nasdaq: EXTR) annuncia la nuova versione 11.6 del proprio sistema operativo modulare ExtremeXOS che introduce ulteriori novità per il rafforzamento della protezione delle reti mediante tecnologie NAC (Network Access Control). ExtremeXOS intensifica l'applicazione delle policy di sicurezza per contribuire a mantenere le reti immuni da attacchi, in particolare verificando le policy stesse a livello di switch consentendo agli amministratori di rete di utilizzare NAC con DHCP o 802.1x. Fino ad oggi, infatti, molte aziende che proteggono il perimetro delle loro reti con NAC hanno usato server DHCP rendendole vulnerabili: grazie a questa tecnologia, infatti, agli utenti cui viene rifiutato l'accesso è sufficiente configurare un indirizzo IP statico per uscire dallo stato di quarantena e circolare liberamente nella rete. Extreme Networks elimina questo punto debole con ExtremeXOS dal momento che lo switch costringe tutti gli endpoint ad accettare solamente i dispositivi dotati di indirizzi IP validamente assegnati via DHCP. Chiunque tenti di scavalcare le soluzioni NAC viene dunque bloccato direttamente dallo switch, che allerta l'amministratore della tentata intrusione. ExtremeXOS riserva importanti novità anche in ambito 802.1x attraverso l'innovativo framework Universal Port, che semplifica le attività di rete eseguendo automaticamente il provisioning delle risorse alla connessione di nuovi utenti e dispositivi. In combinazione con 802.1x, Universal Port consente un'applicazione più granulare delle policy come livelli QoS (Quality of Service) individuali, limitazione della banda e ACL (Access Control List) dinamiche. Entrambe queste novità introdotte con la nuova release di ExtremeXOS possono essere utilizzate in combinazione con Sentriant AG, la soluzione NAC di Extreme Networks, per bloccare la periferia della rete e garantire sia l'immunità degli endpoint da minacce esterne, sia la loro conformità alle policy aziendali prima di concedere qualunque accesso. Sentriant AG effettua test approfonditi degli endpoint senza bisogno di installare agent specifici, e supporta le modalità di applicazione delle policy DHCP e 802.1x per facilitarne l'integrazione all'interno di qualunque ambiente di rete. “Rafforzando l'applicazione delle policy a livello di switch, Extreme Networks ha intrapreso un altro importante passo avanti per rendere la sicurezza perimetrale aperta ed economicamente conveniente”, ha dichiarato Suresh Gopalakrishnan, Vice President e General Manager della Emerging Technologies Business Unit di Extreme Networks. “Nel valutare gli approcci alla sicurezza periferica, i clienti desiderano una soluzione sufficientemente flessibile da poter funzionare sia con DHCP che con 802.1x. Con questa nuova release del nostro software è dunque possibile scegliere l'approccio preferito indipendentemente dalla modalità con cui viene applicata la soluzione NAC”. Extreme Networks ha esteso inoltre il supporto dell'iniziativa Microsoft NAP. Quando NAP sarà rilasciato, infatti, gli switch ExtremeXOS ne permetteranno il deployment senza bisogno di aggiornamenti hardware e utilizzando gli standard 802.1x. ExtremeXOS 11.6 contiene numerosi miglioramenti dedicati a NAP come ad esempio la capacità di uno switch di mettere automaticamente in quarantena gli endpoint continuando a consentire l'accesso a remediation server validi in base alle informazioni fornite dal policy server NAP. Introdotto nel 2003, ExtremeXOS è il primo sistema operativo modulare del settore dotato di un fondamento estensibile per reti a convergenza che includono servizi voce e video. Insieme con funzionalità di sicurezza integrate che combinano il controllo degli accessi alla rete con verifiche dell'integrità degli endpoint, ExtremeXOS è stato progettato fin dalle sue basi per supportare la nuova generazione di Internet Protocol (IP). Disponibilità ExtremeXOS version 11.6 è già disponibile per l'utilizzo sui prodotti coperti da un contratto di assistenza valido ed è compreso su tutti i nuovi core switch Blackdiamond ed edge switch Summit. Per ulteriori informazioni su ExtremeXOS è possibile visitare www.extremenetworks.com Extreme Networks progetta, costruisce e implementa infrastrutture basate su soluzioni Ethernet che risolvono le più difficili sfide di business communication. Il nostro impegno nell’open networking ci contraddistingue per la significativa competenza sviluppata e per la capacità di controllo senza eguali di applicazioni e servizi. Crediamo che l’apertura è il miglior fondamento per la crescita, la libertà, la flessibilità e la scelta. Il nostro focus è su imprese e service provider che chiedono network convergenti ad alte prestazioni che supportano voce, video e dati attraverso infrastrutture fisse e wireless. Per maggiori informazioni è possibile visitare l'indirizzo www.extremenetworks.com Extreme Networks Marco Pinna tel. 02.3320381 – fax 02.33203850 mpinna@extremenetworks.com Pleon per Extreme Networks Francesco Petrella – Barbara Papini tel 02.20562.1 – fax 02.20562.222 Francesco.Petrella@pleon.com Barbara.Papini@pleon.com
 

Autore: Luisa Brigatti
Link: http://www.extremenetworks.com \r\n
News inserita in: Sistemi operativi
Pubblicato il: 02 febbraio 2007


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter