Oggi è il 18 gennaio 2018
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Da Infracom nuove assunzioni per il polo strategico dei servizi ICT integrati

Il nuovo assetto societario conferma e rilancia, a livello nazionale, Imola quale centro di eccellenza per l’erogazione dei servizi integrati alle imprese, massima espressione del modello di business e del progetto industriale Infracom.

Verona - Infracom, principale azienda ICT del Nord Est e una delle primarie realtà nazionali del settore, punta su Imola per lo sviluppo strategico dell’offerta di servizi integrati alle imprese.
Il progetto Infracom Emilia Romagna muove i primi passi nel 2004 con la partnership industriale siglata con Hera e ConAmi per entrare nel capitale sociale di Acanto; nel 2005 procede con l’acquisizione di AreaPartners, azienda operante tra Modena, Reggio Emila e Bologna, già spin off della reggiana Comer Industries; continua nel 2007 con lo start up di Infracom Consulting, originariamente avviato anche grazie al coinvolgimento societario di due importanti gruppi industriali locali, IMA e SACMI. Un percorso incessante che Infracom, con perseveranza e determinazione, ha affrontato per arrivare ai massimi livelli di risultato ed efficienza che oggi esprime al mercato.
“La strategia di Infracom da sempre si basa sulle forti relazioni territoriali e quindi sul presidio fisico delle aree in cui intende intessere legami e collaborazioni industriali e commerciali” – afferma Massimo Lippi nuovo AD di Infracom – “Presidio che si concretizza anche con il coinvolgimento e la valorizzazione delle persone e delle competenze che del territorio sono espressione. Infracom si è impegnata in questi anni a generare nuova e qualificata occupazione in Emilia Romagna come del resto nelle altre aree in cui opera. D’altro canto si è fatta carico di garantire a tutte le parti coinvolte nell’ambizioso progetto industriale, sicurezza, continuità e stabilità.”
Superate infatti definitivamente anche per Infracom le difficoltà finanziare generate dalla crisi economica dei mesi scorsi, oggi la società è pronta a dare nuovo impulso al territorio coinvolgendo nuove risorse e riaffermando la leadership nazionale in particolare per l’offerta di sistemi informativi gestionali, sia su piattaforma proprietaria, sia su piattaforma SAP, soluzione per cui Imola è oggi il centro di competenza del Gruppo noto a livello nazionale e a livello EMEA (Europa, Medio Oriente ed Africa) grazie ai numerosi riconoscimenti ricevuti a partire sin dal 2003.
“Sono molte le storie di successo che in questi anni abbiamo contribuito a realizzare e molte di queste sono collocabili in Emilia Romagna” – commenta Giovanni Zola, Direttore Generale di Infracom – “Tra i nostri principali clienti ci sono i nomi di alcuni tra i più noti imprenditori italiani che dell’innovazione e dell’eccellenza hanno fatto il loro cavallo di battaglia. Aziende nazionali che hanno delocalizzato il business o internazionalizzato i loro interessi e che in Infracom hanno riconosciuto un partner affidabile e competente.”
Anche nel corso del 2009 Infracom ha supportato efficacemente le aziende clienti per far fronte alla preoccupante situazione di mercato contribuendo in maniera significativa alla riduzione dei costi di gestione d’impresa intervenendo, ad esempio con le proprie soluzioni di outsourcing, su due aspetti fondamentali della vita aziendale: i costi e l'efficienza.
Continua Zola - “Un punto chiave a favore della nostra offerta di servizi integrati e dell’outsourcing è infatti la variabilizzazione delle risorse e dei costi ICT, da intendere sia come scalabilità sia come flessibilità, portando a maggiori efficienze nella gestione aziendale poichè consentono di ridurre la complessità, aumentare le prestazioni e mantenere il controllo e la governance dell’azienda.”

 

Autore: Nelly Girlanda
Link: http://www.infracom.it/
News inserita in: Lavoro
Pubblicato il: 26 aprile 2010


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter