Oggi è il 25 febbraio 2020
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Da Oracle la posta elettronica certificata per la Pubblica Amministrazione

Disponibile uno strumento per l’innovazione degli Enti Pubblici e il miglioramento del servizio al cittadino, grazie all’integrazione di Oracle Collaboration Suite con il back- end di Bizmatica
Sesto San Giovanni - Semplificare la comunicazione, snellire i processi in un’ottica di contenimento dei costi nel massimo dell’affidabilita’ e della sicurezza: questi i vantaggi di cui la Pubblica Amministrazione potra’ beneficiare con l’adozione di Oracle Collaboration Suite, il software Oracle per la collaborazione aziendale che, nella sua componente email server integrata con le soluzioni back-end di Bizmatica, ha ottenuto la certificazione del CNIPA (Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione) per la posta elettronica. Oracle Collaboration Suite potra’ quindi essere adottata presso gli Enti Pubblici Centrali e Locali, le comunita’, i consorzi e le associazioni, gli Enti del Servizio Sanitario Nazionale, gli istituti scolastici ed universitari, in accordo a quanto previsto dall’art.14 del DPR 445/2000 e le successive regole tecniche emanate dal centro tecnico della RUPA (Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione), equiparando la trasmissione telematica di documenti informatici via posta elettronica certificata alla trasmissione per mezzo della posta tradizionale (raccomandata con ricevuta di ritorno). Oracle Collaboration Suite si basa sull’infrastruttura del database relazionale Oracle: uno strumento sicuro, affidabile e scalabile per semplificare la comunicazione aziendale e consolidare le informazioni, riducendo al tempo stesso gli investimenti in hardware, software e i costi amministrativi. Oracle Collaboration Suite fornisce un accesso integrato alle funzionalita’ email, voicemail, calendaring, condivisione dei file, ricerca e web conferencing dai piu’ diffusi desktop client, quali Microsoft Outlook, web browser e una vasta gamma di dispositivi wireless, compresi i PDA e i telefoni cellulari. Il servizio di Posta Elettronica Certificata messo a punto da Oracle Italia e Bizmatica elimina le criticita’ legate, per esempio, alla consegna dei messaggi, alla protezione della comunicazione, alla privacy, rendendo il servizio di posta elettronica certificata giuridicamente equivalente al servizio di raccomandata con ricevuta di ritorno. Il servizio di posta elettronica certificata assicura inoltre l’interoperabilita’ con il protocollo informatico e con i piu’ diffusi client di posta. Il servizio di posta elettronica certificata di Oracle Collaboration Suite, grazie al back-end fornito da Bizmatica, e’, tra quelli disponibili sul mercato, l’unico ad essere totalmente “autoconsistente”. Infatti al suo interno sono presenti le componenti di Time Stamping Authority (TSA) e di device sicuro di firma (SSCD), conformi alla legislazione vigente. “La gestione della comunicazione e della documentazione in maniera immediata ed univoca e’ oggi piu’ che mai cruciale all’interno degli Enti Locali quale fattore chiave per una maggiore efficienza”, ha affermato Mario Bonzano, Senior Vice President Oracle South Europe. “Questo significa offrire un migliore servizio al cittadino: dare delle risposte alle esigenze della comunita’ deve essere il primo obiettivo dell’innovazione tecnologica. Per questo Oracle e’ storicamente impegnata nell’ambito della Pubblica Amministrazione, e ha scelto un partner affidabile e dalle solide competenze quale Bizmatica, in grado di garantire la rapida implementazione di Oracle Collaboration Suite presso i clienti comuni”. Posta Elettronica Certificata: come funziona tecnicamente Dopo aver creato la email, che puo’ essere normale, cifrata o eventualmente firmata, il client (mittente) attraverso un email client oppure un browser (WebMail) utilizza il suo server di Posta Elettronica Certificata per spedire le informazioni. Non appena ricevuta la posta, il server identifica il mittente e invia una ricevuta di accettazione. Tale ricevuta corredata di Time Stamp e Firma Digitale e’ il primo elemento di certezza di invio da parte del mittente. Il server mittente firma con la chiave del proprio dominio e correda di Time Stamp le informazioni ricevute dal client mittente e le invia al server SMTP ricevente che, a sua volta, dopo aver controllato che l’invio sia stato effettuato da un dominio certificato (LDAP Server) e avere verificato la firma, invia al server SMTP mittente una ricevuta di presa in carico firmata e corredata da Time Stamp. Il server ricevente inserira’ quindi nella casella postale dell’utente le informazioni corredate di firma e Time Stamp del server SMTP mittente. Se l’operazione va a buon fine, il server SMTP ricevente invia la ricevuta di avvenuta consegna al client mittente, corredata di firma e Time Stamp. A questo punto, il client mittente via POP/IMAP/WebMail ritirera’ le ricevute ottenute. Oracle Collaboration Suite possiede i massimi requisiti di flessibilita’ e scalabilita’ e contempla la possibilita’ di crescita del numero di utenti, e conseguente crescita del numero di messaggi gestiti, Time Stamp e Firme Digitali erogate, senza alterare le prestazioni. Oracle is the world’s largest enterprise software company. Per ulteriori informazioni su Oracle Corporation consigliamo di visitare il sito: http://www.oracle.com Per ulteriori informazioni su Oracle Italia consigliamo di visitare il sito: http:// www.oracle.com/it
 

Autore: Redazione FullPress
Link: http://www.imagetime.it
News inserita in: Varie
Pubblicato il: 11 maggio 2004


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter