Oggi è il 17 settembre 2019
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Foto della natura in evoluzione: nasce un sito progettato da Mosaicoon

Riscoprire lo scorrere vitale dei vigneti attraverso la tecnologia: è questo lʼobiettivo del progetto sperimentale sviluppato da Mosaicoon per lʼazienda vinicola siciliana Planeta.

Il nuovo sito web di Planeta mostra, infatti, i movimenti della natura, grazie ad un aggiornamento costante dell’homepage. Ogni tre ore, grazie ad un processo completamente automatizzato, una reflex digitale puntata sui vigneti dell’Ulmo presso il lago Arancio a Sambuca di Sicilia, scatterà una foto che, tramite ftp, sarà inviata, senza alcun ritocco o intervento, fullscreen, direttamente sull’homepage del sito Planeta.it. Un’integrazione non invasiva nei confronti della natura, per coglierne in tempo reale le evoluzioni.


Grazie a questo connubio tra bit e materia, gli utenti, connettendosi al portale, potranno sia vedere la foto più recente in homepage che ripercorrere, come in un album fotografico dell’annata corrente, tutti gli scatti che raccontano la crescita, i cambiamenti e l’evoluzione dei vigneti e della natura nel tempo.
L’intero sito, realizzato in un formato fluido che si espande a tutta pagina, è stato progettato per adattarsi a dispositivi di diverse dimensioni - dagli smartphone, ai tablets, fino agli schermi dai formati più grandi - e per regalare allo spettatore una vera e propria web experience che nasce dall’incontro tra due mondi soltanto apparentemente contrapposti.


Un sito che si evolve seguendo i movimenti della natura.

Fotocamera Canon EOS 550D

Fotocamera Canon EOS 550D

 

Autore: Alba Caponetto
Link: http://www.planeta.it
News inserita in: Fotografia
Pubblicato il: 29 marzo 2011


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter