Oggi è il 23 novembre 2017
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

I+R, nuovo progetto editoriale nel settore delle energie rinnovabili

Sole, aria, terra e acqua. Sono questi i quattro elementi primari da cui si può ricavare energia. Elementi che rappresentano il nostro futuro e che sono, oggi più che mai, al centro del business di molte aziende.

Il tema delle energie rinnovabili è il cuore del nuovo progetto lanciato da Reed Business Information attraverso la propria divisione editoriale, presente con diversi prodotti di successo nel settore professionale.

Dalle richieste giunte da molti clienti e dall’analisi del mercato è nato I+R (Impianti & Rinnovabili), un progetto editoriale di ampio respiro che prevede la pubblicazione di un magazine trimestrale, la realizzazione del sito web www.guidarinnovabili.it e di una newsletter.

I+R si rivolge al target degli installatori e degli impiantisti elettrici e termoidraulici, agli energy manager, agli esperti del settore edile, agli amministratori di edifici, con l’obiettivo di essere uno strumento di aggiornamento e di lavoro. Molti i temi trattati, tra cui il fotovoltaico, il solare termico, la geotermia, l’eolico e l’efficienza energetica. La redazione sarà affiancata da un team di esperti e opinion leader che approfondiranno lo stato dell’arte del mercato, le nuove tecnologie e le tematiche legate alle normative e agli aspetti fiscali e burocratici.

La distribuzione avverrà tramite abbonamento, in occasione delle fiere e degli eventi di settore e in abbinamento al Giornale dell’Installatore Elettrico, autorevole testata di Reed Business Information.

I+R magazine

I+R magazine

 

Autore: Clelia Corradi
Link: http://www.reedbusiness.it
News inserita in: Energia
Pubblicato il: 15 febbraio 2011


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter