Oggi è il 20 settembre 2017
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Kapsch TrafficCom acquisisce Mark IV IVHS, maggior produttore nordamericano di dispositivi per pedaggi

Kapsch TrafficCom AG ha annunciato l’accordo per l’acquisizione di MARK IV IVHS per una cifra pari a 70 milioni di dollari. Il perfezionamento della transazione è previsto per il 30 novembre 2010.

L’unione di Kapsch TrafficCom e MARK IV IVHS mette insieme due leader nel settore delle soluzioni per il trasporto intelligente, dando vita a una società d'avanguardia posizionata per avere successo in un mercato in costante cambiamento. L'acquisizione contribuirà alla definizione di una piattaforma globale ancora più solida in grado di fornire anche un eccellente servizio al cliente.

"Questo accordo è di grande rilevanza per clienti, dipendenti e azionisti, che assistono alla nascita di una partnership caratterizzata dalla solidità finanziaria e dall'ingegno necessari per mettere a punto soluzioni di frontiera nell'ambito del trasporto intelligente. La nuova Società lavorerà per rafforzare la sicurezza stradale e offrire un'esperienza di guida migliore a tutti i conducenti, garantendo allo stesso tempo una qualità di servizio eccellente ai propri clienti", ha sottolineato Georg Kapsch, CEO di Kapsch TrafficCom.

I contratti attualmente operativi con i clienti di MARK IV IVHS non subiranno variazioni, così come l'attività quotidiana della Società non verrà interrotta. I professionisti di MARK IV IVHS continueranno a garantire il servizio e l'assistenza necessari ai clienti di Stati Uniti, Canada e Messico.

"I vantaggi sono notevoli per entrambe le parti. Oggi assistiamo all'inizio di una nuova era nel campo dei sistemi di pedaggiamento. L'accordo infatti coniuga il meglio delle due aziende e delle due culture che le animano, posizionando in maniera ottimale la nuova realtà per avere successo su mercato globale dinamico come quello dei trasporti. Sono impaziente di iniziare a lavorare con il personale di entrambe le aziende, per continuare a garantire soluzioni tecnologiche d'avanguardia e un servizio clienti di massimo livello", ha evidenziato Chris Murray, Presidente di MARK IV IVHS.

Kapsch ha poi aggiunto: "La nuova realtà costituisce un passo naturale verso l'offerta di soluzioni end-to-end per il traffico nella regione del Nordamerica, in risposta alle nuove necessità e richieste avanzate dal settore dei veicoli commerciali".

Da oltre 20 anni Kapsch TrafficCom è una delle aziende leader al mondo nelle soluzioni telematiche per la gestione del traffico. Il suo principale business riguarda lo sviluppo, la fornitura e la messa in opera di sistemi di pedaggiamento senza barriere e la relativa gestione tecnica e commerciale.

MARK IV IVHS è il maggior produttore di dispositivi per l’esazione dei pedaggi a 915 MHz e vanta la più estesa base clienti di tutto il Nordamerica.

Il completamento dell'acquisizione è soggetto a talune condizioni di chiusura e a potenziali rettifiche di prezzo in base al capitale operativo effettivo della Società.

 

Kapsch TrafficCom è un produttore internazionale di Intelligent Transportation System (ITS) avanzati. Kapsch TrafficCom si occupa principalmente della fornitura e messa in opera di sistemi di pedaggiamento senza barriere. Fornisce inoltre i relativi servizi di manutenzione e di gestione operativa del sistema di esazione e riscossione. Le soluzioni di Kapsch TrafficCom per l’esazione elettronica non canalizzata dei pedaggi sono già oggi completamente in linea con la normativa European Electronic Toll Service (direttiva 2004/52/CE) e possono altresì integrarsi con i sistemi di esazione dei pedaggi manuali e canalizzati per corsia, come quelli attualmente in uso in Italia. Kapsch TrafficCom offre inoltre soluzioni specifiche per la sicurezza e la gestione del traffico, sistemi di controllo elettronico degli accessi e sistemi per la gestione delle aree di parcheggio. Con oltre 240 clienti in 39 paesi nei cinque continenti, per un totale di 18 milioni di transponder (dispositivi istallati dietro i parabrezza degli autoveicoli) e 13.000 corsie gestite, Kapsch TrafficCom è uno dei maggiori leader mondiali nei sistemi ETC. Kapsch TrafficCom ha sede a Vienna, Austria, e possiede filiali e uffici di rappresentanza in 25 paesi compresa l’Italia. Con circa 1500 dipendenti, Kapsch TrafficCom ha registrato un fatturato pari a 216 milioni di Euro (approssimativamente 300 milioni di dollari) nell’anno fiscale 2009/2010, terminato il 31 marzo 2010.

Per maggiori informazioni è possibile visitare l'indirizzo: www.kapschtraffic.com

MARK IV IVHS progetta e produce soluzioni Dedicated Short-Range Communication (DSRC) ampiamente applicate nell'ambito di autostrade, pedaggi, barriere autostradali, tunnel e ponti per favorire l'uso di sistemi intelligenti per i trasporti come quelli per il pedaggio elettronico e l'attraversamento automatizzato delle stazioni di pesatura per autocarri. Con più di 21,8 milioni di transponder circolanti su strada e oltre 3.700 corsie attrezzate, MARK IV IVHS è il più grande produttore di attrezzature ETC di tutto il Nordamerica. MARK IV IVHS ha implementato molte importanti installazioni ITS come la prima strada a pedaggio interamente gestita elettronicamente non-stop (Highway 407 ETR, Canada), un sistema di interoperabilità fra i sistemi elettronici di pedaggio e di pre-clearance interstatale dei camion (PrePass), il sistema E-ZPass per i 24 enti che gestiscono il sistema di pedaggio nei 14 Stati che formano l'E-ZPass Group nella parte nordest degli Stati Uniti. Il sistema E-ZPass è una soluzione ETC locale utilizzata nelle regioni statunitensi del Nordest e del Midwest.

 

Pleon

Viviana Viviani, Alfonsa Butera

tel.02.0066290

E-mail: viviana.viviani@pleon.com,

alfonsa.butera@pleon.com

www.pleon.com

 

Autore: Luisa Brigatti
News inserita in: Acquisizioni
Pubblicato il: 11 novembre 2010


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter