Oggi è il 03 dicembre 2021
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

La strategia di infrastruttura Red Hat abbraccia virtualizzazione, cloud computing e appliance deployment

Linux Automation permette di usare ogni applicazione, ovunque, in ogni momento
Milano – Red Hat (NYSE:RHT), leader nella fornitura di soluzioni open source, ha annunciato la propria strategia dedicata a risolvere le principali problematiche legate all’IT grazie a maggiori possibilità di scelta delle operazioni, flessibilità ed efficienza. Le crescenti complessità dell’IT e capienza dei server, abbinate alla moltiplicazione delle applicazioni, richiedono nuovi paradigmi di automazione che permettano ai CIO di gestire necessità di business in rapido cambiamento. Come azienda leader nelle infrastrutture open source, Red Hat è in grado di aiutare i clienti a automatizzare e semplificare la propria infrastruttura Linux, facendo sì che ogni applicazione possa funzionare su ogni server, in ogni momento.

“Con i nuovi modelli di deployment e le nuove tecnologie che hanno reso le implementazioni IT molto più dinamiche, le applicazioni non sono più legate a un singolo server. Linux Automation semplifica questa complessità, offrendo una piattaforma unica per l’esecuzione, la gestione e l’orchestrazione delle applicazioni”, spiega Scott Creenshaw, vice president Enterprise Linux Business di Red Hat. “Red Hat Enterprise Linux è l’ambiente operativo che sul mercato registra la crescita più elevata, per le sue prestazioni superiori, per la sua affidabilità, per la competitività dei suoi costi e per l’ampio supporto da parte dei clienti. Red Hat già gestisce una base di milioni di clienti tramite Red Hat Network, e questa esperienza ci guida ora nella strategia di Linux Automation.”

Alla base della strategia Linux Automation di Red Hat c’è l’ampio ecosistema rappresentato da Red Hat Enterprise Linux. Questo permette ai clienti di ottenere il massimo ritorno dai loro investimenti IT, consentendo loro di implementare applicazioni in modo da risolvere le proprie necessità di business nel modo più efficace. Questo vale per server standalone, server virtuali, ambienti di cloud computing on-demand e soluzioni basate su appliance – tutte con un set comune di strumenti per lo sviluppo, l’implementazione, la gestione e l’automazione. E i partner software possono accedere a questo intero ecosistema con una sola certificazione applicativa – “una certificazione, per implementare ovunque”. Red Hat gestisce la complessità di questi ambienti, in modo che clienti e ISV possano automatizzare le funzionalità di base ed i processi di implementazione e gestione in modo coerente ed efficiente sull’intera infrastruttura.

La strategia Linux Automation di Red Hat copre tutti gli aspetti di un ambiente IT che sono necessari per abilitare ogni applicazione a funzionare ovunque, in ogni momento. Crea un’infrastruttura costruita per l’automazione, con funzionalità di virtualizzazione, identity management, alta affidabilità e prestazioni. Questa strategia offrirà un ricco set di strumenti di automazione, gestione e orchestrazione – già disponibili e in fase di sviluppo – offerti da Red Hat e dai suoi partner.

I clienti possono scegliere di installare ogni applicazione certificata Red Hat Enterprise Linux sulla più ampia selezione di ambienti del mercato, che comprende:

· Sistemi basati su server standalone, dai più piccoli sistemi a processore singolo fino ai server più grandi (compresi server multicore a 1024 processori e mainframe)
· Server virtali, che possono offrire più elevati livelli di servizio, maggiori flessibilità operative ed efficienza grazie a funzionalità quali live migration, allocazione dinamica delle risorse, alta affidabilità e clustering. Red Hat Enterprise Linux offre la soluzione completa di virtualizzazione che offre le migliori performance sul mercato, senza costi aggiuntivi.
o Rilasciato oggi, Red Hat Enterprise Linux 5.1 offre nuove e significative funzionalità di virtualizzazione, che comprendono più elevate prestazioni per guest basati su Microsoft.
o Red Hat Network è stato esteso per offrire gestione e automazione continue su server fisici e virtuali.
· Implementazioni di cloud computing e Software-as-a-Service consentono ai clienti di estendere le proprie risorse oltre i confini del loro data center, per realizzare un’infrastruttura on-demand in grado di essere scalabile – in entrambi i sensi – per rispondere alle necessità di business.
o Red Hat ha annunciato oggi la disponibilità della beta di Red Hat Enterprise Linux su Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2). Questa collaborazione rende tutte le funzionalità di Red Hat Enterprise Linux disponibili ai clienti sulla solida infrastruttura di rete e sui data center di Amazon.
· Appliance software permettono agli ISV di distribuire le loro applicazioni come soluzioni pre-pacchettizzate, dotate di sistema operativo, per semplificarne implementazione, gestione e manutenzione.
o Annunciati oggi e disponibili nei primi mesi del 2008, Red Hat Appliance Operating System e Appliance Development Kit permettono di abilitare e semplificare in modo esclusivo un’ampia gamma di scelte di deployment, quali:
§ Stack applicativi fully featured disponibili dagli ISV o tramite Red Hat Exchange
§ Soluzioni snelle su media mobili – strumenti completi e già disponibili come chiavi USB e live CD.
Applicazioni Red Hat Enterprise Linux possono essere eseguite su server basati su Microsoft Windows Viridian utilizzando Red Hat Appliance Operating System, offrendo così a ISV e clienti un modo nuovo per installare più applicazioni gestibili.

La scelta di una piattaforma di automazione influenza la flessibilità, compatibilità ed affidabilità dell’intera infrastruttura IT di un’azienda. Infrastrutture così critiche dovrebbero essere basate su open source e open standard, piuttosto che su alternative proprietarie, che bloccano i clienti e restringono flessibilità e scelta. Red Hat offre una piattaforma comune di infrastruttura, che abbina la più ampia scelta di applicazioni certificate, la piattaforma più affidabile del mercato e un ecosistema aperto di sviluppatori software e vendor hardware, per creare soluzioni innovative, per il presente ed il futuro.

“Swisscom usa Red Hat Enterprise Linux come piattaforma di virtualizzazione”, dice Beat Buetikofer, Head of Strategic Relationship di Swisscom IT Services. “Abbiamo considerato la possibilità di utilizzare applicazioni certificate Red Hat Enterprise Linux su tutti i modelli di deployment applicativo, inclusi server standalone e server virtuali, ed anche di offrire ai nostri clienti capacità on-demand. Se aggiungiamo le elevate prestazioni e la compatibilità con l’hardware e le applicazioni server già esistenti, la scelta di Red Hat è stata facile.”

Per ulteriori informazioni sugli annunci odierni di Red Hat, compresi maggiori dettagli su Red Hat Enterprise Linux 5.1, Red Hat Enterprise Linux su Amazon EC2 e Red Hat Appliance Operating System, è possibile visitare www.redhat.com/about/news.

Red Hat, Inc.
Red Hat è il principale fornitore al mondo di soluzioni open source. Ha sede centrale a Raleigh, negli USA, e oltre 50 uffici in tutto il mondo. I CIO hanno scelto per tre anni consecutivi Red Hat quale azienda che offre il maggior valore di Enterprise Software nella ricerca Vendor Value di CIO Insight Magazine. Red Hat offre tecnologia di alta qualità a costi contenuti grazie alla sua piattaforma operativa, Red Hat Enterprise Linux, assieme a soluzioni applicative, di gestione e SOA (Services Oriented Architecture), tra cui JBoss Enterprise Middleware Suite. Red Hat ofre anche servizi di supporto, formazione e consulenza ai suoi clienti in tutto il mondo. Ulteriori informazioni sono disponibili su www.redhat.com.

 

Autore: Lorena Ferrario
News inserita in: Open source
Pubblicato il: 09 novembre 2007


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter