Oggi è il 28 giugno 2017
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Mailing list ed email marketing, quale autorisponditore scegliere

Questo articolo vuole essere una guida veloce che aiuterà a conoscere gli autorisponditori e a scegliere quello giusto per il proprio business online.
Oggi si parlerà di quella particolare categoria di software che servono a gestire una Mailing List e ad automatizzare l’invio di e-mail a tutti gli iscritti ad una o più liste. Questi software sono conosciuti con il nome inglese di “Autoresponder” che si può tradurre in italiano con il termine “Autorisponditore”. Un Autorisponditore, a seconda dei casi, può gestire una o più Mailing List. E’, infatti, molto comune il caso in cui un Internet Marketer sia titolare di più liste di contatti, ognuna delle quali dedicata ad una precisa tematica o prodotto o tipologia di Business. Tuttavia, solo i migliori Autoresponder sono in grado di gestire più liste simultaneamente. Cosa fa un Autoresponder? Qui di seguito si propone un elenco e le relative descrizioni delle funzionalità principali solitamente offerte da un Autorisponditore. Si tenga presente che non tutti gli Autoresponder supportano tutte queste funzioni. Configurazione della Mailing List Si tratta di definire le caratteristiche della Lista in quanto “contenitore logico” dei contatti relativi alle persone che successivamente si iscriveranno ad essa. In pratica vanno inseriti dati come il nome della Lista, i propri dati o quelli della propria Azienda, l’e-mail che figurerà come mittente dei messaggi inviati, la firma da inserire in calce ad ogni messaggio, l’elenco degli indirizzi e-mail a cui è proibita l’iscrizione (black list) ed altro ancora. Ovviamente, nel caso non servisse più, l’Autorisponditore consente anche di eliminare le Mailing List precedentemente create. Generazione del codice HTML per il Box di Iscrizione. Questa operazione consiste nel fornire il codice HTML che consente di visualizzare, all’interno delle pagine del proprio sito, il modulo che i Visitatori dovranno compilare per iscriversi alla Mailing List corrispondente. In genere è sufficiente fare un copia e incolla di questo codice all’interno del codice HTML della propria Pagina Web. Successivamente si possono modificare alcuni aspetti del layout del Box di Iscrizione con l’ausilio di un comune editor HTML. Gestione del processo di iscrizione Cosa accade dopo che il visitatore della Pagina Web inserisce i suoi dati nel Box di Iscrizione? Solitamente viene reindirizzato su una seconda pagina (Thank You Page) nella quale lo si ringrazia per avere inoltrato la sua richiesta di iscrizione e gli si comunica che riceverà un’e-mail con il link per effettuare la conferma (Confirmed Opt-In). Dopo pochi minuti il visitatore riceverà questa e-mail e, se deciderà di cliccare sul link di conferma, gli si aprirà una terza Pagina Web nel quale gli si spiegherà che l’operazione è andata a buon fine e gli si darà il benvenuto tra i membri della Mailing List. Quello che è stato appena descritto è un tipico processo di iscrizione ed un buon Autoresponder è in grado di gestirlo automaticamente in tutte le sue fasi. Ci si dovrà limitare a configurare il tutto una sola volta e dopo penserà a tutto lui. Automazione avanzata delle Mailing List Nel caso in cui l'Autorisponditore gestisca diverse Mailing List, le funzionalità di automazione (se supportate) consentono di impostare le seguenti azioni per farle eseguire in automatico dal software: * annullare l’iscrizione di un membro dalla Lista A quando egli si iscrive anche alla Lista B; * annullare l’iscrizione di un menbro anche dalla Lista A quando egli annulla la sua iscrizione dalla Lista B (solitamente i membri di una Mailing List posso annullare la propria iscrizione cliccando su un link in calce a tutti i messaggi inviati dall’Autoresponder); * iscrivere un membro anche alla Lista A quando egli si iscrive alla Lista B. Gestione dei contatti Per gestione dei contatti si intende la possibilità di eliminare o modificare ogni contatto, effettuare ricerche tra i contatti, importare ed esportare intere liste di contatti o parte di esse. Alcuni prodotti consentono anche di visualizzare per ogni contatto alcune informazioni che posso rivelarsi molto utili: * indirizzo ip (ip address); * località geografica (calcolata in base all’ip address) * URL della pagina web da cui è stata effettuata la connessione. Reportistica e statistiche Alcuni Autorisponditori consentono anche di generare dei resoconti automatici sotto forma di tabelle riepilogative e/o di grafici che riportano i valori più indicativi sull’andamento e lo stato di salute della Mailing List. Invio di un messaggio a tutta la Lista (Broadcast) Questa è ovviamente la funzionalità fondamentale di ogni Autoresponder. Col termine “Broadcast” (o “Broadcasting”) si intende l’invio in tempo reale di un messaggio a tutti i contatti presenti in una o più Mailing List. Nel caso in cui l’invio sia destinato a più di una Lista e se alcuni contatti sono duplicati in diverse di queste liste, alcuni Autoresponder sono comunque in grado di mandare il messaggio una volta sola ad ogni contatto. In questo modo si evita, per esempio, che una persona iscritta contemporaneamente a due delle tue liste riceva due volte lo stesso messaggio. I migliori Autorisponditori sono anche in grado di gestire in completa autonomia l’invio periodico di messaggi con un resoconto degli ultimi articoli pubblicati sul proprio Blog (Blog Broadcast) estraendo questi dati direttamente dal relativo Feed. Invio di messaggi di Follow Up Diversamente dal Broadcast, la funzione di Follow Up è l’invio di una serie di messaggi programmati in sequenza. Chiunque si iscriva alla Mailing List, a prescindere dal momento in cui si iscrive, riceverà, ad intervalli di tempo prestabiliti, tutti i messaggi che compongono la sequenza di Follow Up. In questo modo si può lavorare una sola volta scrivendo in anticipo tutti i messaggi che i propri iscritti riceveranno, magari per un intero anno a partire dal primo giorno dell’iscrizione. Questo è uno strumento di marketing potentissimo in grado di farti ottenere i risultati migliori e di farti risparmiare tanto tempo e lavoro. Tuttavia solo i migliori Autoresponder consentono di implementare questa funzionalità. La Deliverability Non c’è una parola in italiano per tradurre il termine inglese “Deliverability”. Nel campo dell’Email Marketing la Deliverability è la percentuale delle e-mail inviate che arrivano a destinazione. Come si può facilmente comprendere questo è il principale parametro in base alla quale dovrebbe essere valutata la qualità di un Autorisponditore. Infatti, a ben poco servirebbero tutte le funzionalità sopra descritte se poi gran parte dei messaggi inviati ai membri di una Mailing List si perdessero per strada. Chi utilizza la posta elettronica esclusivamente per scopi di ordinaria comunicazione con la propria cerchia di conoscenti, solitamente non invia più di 500 messaggi all’anno. In questi casi le e-mail che non raggiungono il destinatario sono pochissime. Per questo molte persone credono che la posta elettronica sia un mezzo di comunicazione praticamente infallibile e di conseguenza sono portate ad aspettarsi che anche la Deliverability relativa all’attività di un Autoresponder sia sempre prossima al 100%. Invece la verità è ben diversa. Infatti, quando si tratta di inviare qualcosa come 1.000 e-mail in una volta sola, l’affidabilità del sistema posta elettronica viene messa a dura prova e le probabilità che ogni invio vada a buon fine diminuiscono drasticamente. Ciò può dipendere anche solo dai limiti tecnologici dei protocolli e delle apparecchiature che dovrebbero garantire il corretto funzionamento della posta elettronica. Ma il principale nemico della Deliverability di un Autoresponder non è tanto la limitata affidabilità del media utilizzato quanto piuttosto i Sistemi Antispamming adottati ormai dalla quasi totalità dei provider di posta elettronica (Google, MSN, Yahoo, ecc.). Prima o poi, infatti, accade che qualcuno degli iscritti segnali come spamming una della e-mail ricevute dalla Mailing List. Questo può accadere anche per semplice distrazione o perché ci si dimentica di avere richiesto l’iscrizione a quella Lista. Comunque sia, questo genere di “incidenti” possono innescare un meccanismo che in breve tempo causa il tracollo della Deliverability. Ciò accade perché, quando qualcuno segnala un messaggio come spamming dalla pagina della sua Web Mail, il provider di quel servizio di posta elettronica potrebbe inserire l’indirizzo del mittente di quel messaggio in un’apposita “Black List” (elenco degli indirizzi riconosciuti come appartenenti a spammer e, in quanto tali, rifiutati). Inoltre, poiché i gestori di caselle postali elettroniche sono soliti scambiarsi i contenuti delle loro Black List, a causa anche di una sola segnalazione un indirizzo e-mail potrebbe venire bandito da un gran numero di provider. A quel punto le e-mail inviate da quell’indirizzo non saranno ricevute dalla maggior parte dei loro destinatari poiché finirebbero automaticamente nelle cartelle riservate allo spamming che sono ormai presenti in quasi tutti i sistemi di Web Mail. Se non si vuol rischiare che l’indirizzo di posta elettronica da cui vengono inviati i messaggi della Mailing List finisca in queste Black List, si consiglia caldamente di affidarsi ad un servizio online di Autoresponder fornito da terzi. Il motivo è che i gestori di questi servizi colloquiano continuamente con i maggiori provider di posta elettronica in modo da proteggere il più possibile i propri clienti facendo leva sulla propria credibilità. Questa credibilità, almeno in parte, viene mantenuta limitando alcune funzionalità che potrebbero favorire la pratica dello spamming da parte dei clienti di questi servizi di Autoresponder. Per esempio, di solito viene ridotta la possibilità di importare liste di contatti da fonti esterne ed il titolo del messaggio per la conferma dell’iscrizione (Confirmed Opt-In) viene accettato solo in seguito all’approvazione di un operatore. Questo è comunque un prezzo più che accettabile da pagare per poter contare su una maggiore Deliverability. Quali prodotti offre oggi il mercato degli Autoresponder? Quella che segue è una lista con le descrizioni delle diverse tipologie di Autorisponditori. Per ogni tipologia sono elencati sia i vantaggi che gli svantaggi per chi dovesse scegliere di adottarla. Software da installare sul computer. In questa categoria trovano posto anche i normali client di posta elettronica (Windows Mail, Outlook, Thunderbird, ecc.). Ci si limiterà solo ad avvertire sul fatto che sono strumenti assolutamente inadeguati a gestire una Mailing List in modo professionale e che, se si deciderà di utilizzarli come Autorisponditori, non si starà facendo Email Marketing ma autentico autolesionismo! Esistono poi dei software che invece sono studiati appositamente per gestire delle Mailing List direttamente dal tuo computer. Ecco i vantaggi offerti da questi ultimi: 1. costo limitato da pagare una sola volta; 2. facilità di installazione; 3. facilità nell’importazione di Liste di contatti preesistenti. Questi invece sono i principali svantaggi: 1. scarsa affidabilità (se si danneggia il PC si rischia di perdere tutta la Lista); 2. Deliverability molto bassa; 3. funzionalità limitate. Script da installare sul proprio Sito Web. Uno script è un software che viene installato sullo stesso server che ospita il tuo Sito Web. Questi software, una volta installati, sono accessibili da un URL interno al tuo Sito utilizzando un qualsiasi Browser. La loro interfaccia consiste in una serie di pagine HTML che consentono un certo livello di interazione da parte dell’utente. Questi i vantaggi offerti da uno Script dedicato alla gestione di Mailing List: 1. costo limitato da pagare una sola volta; 2. un buon livello di affidabilità; 3. facilità nell’importazione di Liste di contatti preesistenti. Questi invece sono i principali svantaggi: 1. Deliverability molto bassa; 2. funzionalità limitate; 3. installazione non proprio alla portata di tutti. Servizi online gestiti da terzi Si tratta di servizi online a cui si accede collegandosi con un qualsiasi browser alla pagina web che ospita l’area riservata ai clienti con il relativo “Pannello di Controllo”. Per accedere a quest’area ovviamente bisogna loggarsi con il proprio nome utente e password che vengono forniti dopo essersi registrati al servizio. La registrazione è a pagamento e solitamente deve essere rinnovata ogni mese, il che comporta il pagamento di una certa quota mensile. I vantaggi offerti da questo sistema sono: 1. massima affidabilità; 2. Deliverability molto alta; 3. set completo di funzionalità; 4. nessuna installazione necessaria. Questi invece sono i principali svantaggi: 1. costi maggiori poiché ogni mese bisogna pagare la quota di iscrizione; 2. difficoltà nell’importazione di Liste di contatti preesistenti. Si può decidere di risparmiare su tutto ma non sull’Autoresponder, questo per almeno due ottimi motivi. Il primo motivo è che la Lista è davvero il bene più grande che possiede un Internet Marketer. Perdere la Lista dei contatti, invece, molto probabilmente vorrebbe dire la fine definitiva dell'avventura nell’imprenditoria online. Per questo la Lista merita di essere affidata ad un Autoresponder il più possibile affidabile e professionale, e senza badare a spese. Il secondo motivo è che i migliori Autoresponder sono quelli online gestiti da terzi e questi Autoresponder prevedono procedure molto complesse e difficoltose per importare liste di contatti create con altri strumenti. Ciò comporta che, nel passare contatti da un sistema ad un altro, è inevitabile che la Lista originaria subisca molte perdite. E per questo, la prima volta che si sceglie quale Autorisponditore adottare, si dovrebbe scegliere da subito quello definitivo, ovvero quello migliore. Aweber è il servizio di Autoresponder Online in assoluto più utilizzato dagli Internet Marketer di tutto il mondo. E’ alla base di praticamente quasi tutti i Business Online di maggior successo. Aweber, in oltre 10 anni di attività, ha servito più di 61.000 Business e, ad oggi, è l’Autoresponder che garantisce un livello di Deliverability maggiore rispetto a tutti i suoi concorrenti. Si parla di una Deliverability superiore al 95%! Oggi c'è la possibilità di usufruire di un periodo di prova gratuito.

counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter