Oggi è il 11 dicembre 2017
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Nasce Prestiti.it per trovare online la miglior offerta di prestito personale

Richiedere un prestito personale non è mai facile. Non lo è psicologicamente, ma non lo è nemmeno fattivamente dal momento che destreggiarsi fra le offerte di banche e finanziarie comporta un dispendio di tempo ed energie notevoli.

Ancora una volta è dal web che arriva la soluzione, ed è di oggi la notizia della messa online di Prestiti.it (www.prestiti.it) il comparatore che mette a disposizione di chi deve richiedere un prestito personale le offerte di alcune fra le banche e gli istituti finanziari più noti del nostro Paese.

Tramite Prestiti.it, in appena due passaggi e con assoluta discrezione e protezione della propria privacy, è possibile richiedere un prestito personale per acquistare un bene (sia esso la casa o l'automobile, ad esempio) o per affrontare spese impreviste (anche mediche) o anche, semplicemente, per ottenere liquidità da impiegare secondo le proprie necessità.

Attraverso il nuovo compratore è possibile anche richiedere un preventivo per operare la scelta della cessione del quinto, un'opportunità che fino a non troppi mesi addietro era concessa ai soli dipendenti statali, ma che ora è possibile per chiunque.

I grandi marchi del mondo bancario e finanziario hanno dimostrato da subito un grande interesse per il nuovo comparatore e, a riprova di questo, fin dal lancio sono disponibili su Prestiti.it le offerte di Fineco, Unicredit, Prestitò e altre aziende importanti.

La Homepage di Prestiti.it

La Homepage di Prestiti.it

 

Autore: Andrea Polo
Link: http://www.prestiti.it
News inserita in: Internet
Pubblicato il: 07 marzo 2011


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter