Oggi è il 03 aprile 2020
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Nuovi prodotti a tecnologia 4 fili resistiva vanno ad ampliare la famiglia AccuTouch di Elo

La nuova tecnologia rappresenta una soluzione economica per OEM e system integrator
Milano - Elo TouchSystems, leader mondiale nella tecnologia touch e divisione di Tyco Electronics, estende la propria linea di prodotti a tecnologia resistiva con una nuova famiglia di touchscreen resistivi a 4 fili. Avvalendosi dell’esperienza acquisita con la linea di prodotti AccuTouch, questi nuovi touchscreen resistivi AT4 sono ottimizzati per soddisfare le esigenze dei clienti che sviluppano applicazioni di piccole dimensioni. Testati sul mercato giapponese negli ultimi due anni, i nuovi touchscreen resistivi AT4 di Elo sono da oggi disponibili in tutti i paesi. La tecnologia resistiva di Elo si aggiunge a quella a infrarossi (IR) CarrollTouch e a quelle a onda superficiale IntelliTouch, SecureTouch e iTouch trasformando la gamma di Elo nella più ampia offerta di tecnologia touch del mercato. I touchscreen della nuova serie resistiva AT4 sono disponibili nei formati standard da 6.0”, 8,4” e 10,4”, ma anche in dimensioni personalizzate. Sono supportati dal controller mini seriale 2215 e dal noto chip COACh IIs (Controller On A Chip) al fine di trarre il massimo vantaggio dal protocollo e dai driver SmartSet di Elo; sono inoltre compatibili con i microprocessori che dispongono di un’interfaccia a 4-fili integrata. I touchscreen resistivi AT4 di Elo assicurano operazioni drift-free e accurate, rapida risposta al tocco, elevata resistenza e possono essere azionati con un dito, una mano guantata o uno stilo. Le prestazioni dei touchscreen non sono influenzate da polvere, sporcizia, acqua o luce. La nuova serie AT4 è ideale per gli OEM e i system integrator che devono offrire soluzioni economiche per applicazioni industriali, dispositivi medicali e automotive, terminali di controllo degli accessi, apparecchiature per l’ufficio, elettrodomestici e computer – insomma per qualsiasi applicazione caratterizzata da uno schermo di piccole dimensioni. Per applicazioni che richiedono schermi di più ampie dimensioni, la tecnologia a 5 fili resistiva AccuTouch continua a essere la soluzione più indicata. “Per gli utenti che richiedono una soluzione touch stabile, accurata e conveniente, la tecnologia touch resistiva di Elo è diventata uno standard de facto”, commenta David Chen, Resistive Touch Technolgy Products Manager in Elo. “Con oltre 30 anni di esperienza nell’ambito della tecnologia resistiva, abbiamo sviluppato i nuovi touchscreen resistivi AT4 in risposta alle precise richieste dei nostri clienti che volevano touchscreen entry-level a un prezzo più basso, senza tuttavia sacrificare funzionalità quali resistenza e facilità di utilizzo”. Tecnologia a 4 fili resistiva La tecnologia resistiva AT4 di Elo consiste in una lastra di vetro ricoperta da una lamina conduttrice, a sua volta ricoperta da una lamina molto tesa in poliestere separata dalla lastra sottostante da piccolissimi spaziatori isolanti. Questa lamina ha un rivestimento duro e resistente all’esterno e un rivestimento conduttivo all’interno. Quando avviene il tocco, la pressione causa il contatto facendo passare la corrente. Il controller digitalizza questi voltaggi e li trasmette al computer per l’elaborazione delle coordinate Il controller COACh IIs Il chip COACh IIs di Elo opera sia a 3,3 V, sia a 5 V e si caratterizza per un ingombro minimo di 12,15 mm x 12,15 mm. Il chip comprende anche una modalità power-down grazie alla quale il consumo di energia può essere ridotto fino al 95%. Le dimensioni ridotte, il basso voltaggio operativo e il contenuto consumo di energia fanno del COACh IIs il partner perfetto per la tecnologia AT4 a 4 fili resistiva di Elo e per le applicazioni alimentate a batteria. Il chip è inoltre completamente compatibile con il protocollo SmartSet di Elo e con tutti i driver standard della società. Controller mini seriale 2215 Il nuovo controller seriale 2215 ha dimensioni che sono quasi la metà (60,325 mm x 31,75 mm) rispetto alla precedente versione 2210, ma è al 100% compatibile con il software: utilizza infatti il nuovo chip COACh IIs in modalità power-down, oltre che i protocolli e i driver SmartSet di Elo. Elo TouchSystems Elo TouchSystems, azienda leader nella tecnologia touch e divisione di Tyco Electronics, sviluppa, produce e commercializza una gamma completa di prodotti touch volti a semplificare l’interfaccia computer/utente sia per gli accessi pubblici, sia per le applicazioni attivate dagli impiegati. Fondata nel 1971, Elo ha sede a Fremont, California e fabbriche negli Stati Uniti, in Belgio, Taiwan e in Giappone. Gli uffici regionali principali di Elo sono situati a Kessel-Lo in Belgio e Yokohama in Giappone con uffici vendita e supporto in tutto il mondo. Ulteriori informazioni sui prodotti e i servizi Elo sono disponibili sul sito Web all’indirizzo www.elotouch.com. Tyco Electronics Tyco Electronics il più grande produttore a livello mondiale di componenti elettronici passivi, oltre a progettare e produrre componenti attivi in fibra ottica e wireless e sistemi di potenza e sta anche rapidamente sviluppando servizi di networking e di installazione di questa tecnologia negli edifici. La società offre prodotti di tecnologia avanzata siglati Agastat, Alcoswitch, AMP, AMP NETCONNECT, Buchanan, CII, CoEv, Critchley, Elcon, Elo TouchSystems, M/A-COM, Madison Cable, OEG, OneSource Building Technologies, Potter & Brumfield, Raychem, Schrack, Simel e TDI Batteries. AccuTouch, IntelliTouch, CarrollTouch, Entuitive, Elo Touchsystems e Tyco sono marchi registrati. Tutti i nomi di altri prodotti e aziende citati potrebbero essere marchi o marchi registrati delle rispettive aziende.
 

Autore: Redazione FullPress
Link: http://www.elotouch.com
News inserita in: Hardware
Pubblicato il: 14 aprile 2003


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter