Oggi è il 28 giugno 2017
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Primo Liferay Italy Symposium: un successo Open!

Lo scorso 12 novembre il meglio della tecnologia Enterprise 2.0 ed il mondo Open Source sono stati presentati a Treviso nel primo Symposium italiano interamente dedicato alla piattaforma Liferay.

Dopo Madrid in Spagna, Reston ed Anaheim negli Stati Uniti e Francoforte in Germania, Liferay Inc., azienda americana leader mondiale dell'Open Source, è approdata in Italia con un evento volto ad illustrare le novità e gli ultimi sviluppi relativi alla nuova versione Liferay 6.0 Enterprise Edition.

La società americana, fondata nel 2004 con la mission di sviluppare e diffondere sul mercato Liferay Portal, applicazione Open Source basata sul linguaggio Java e sulle moderne tecnologie ispirate al Web 2.0, ha scelto di incontrare i partner, la community di sviluppatori e gli utilizzatori già numerosi in tutta Italia.

Il Symposium è stato organizzato in collaborazione con SMC, unico Gold Partner Liferay certificato sul territorio nazionale. “Gestire le informazioni - dichiara l’ing. Riccardo D’Avella, Presidente di SMC Treviso - di un Ente, di una Azienda, gestire tutte le tipologie di informazioni , renderle fruibili da un qualsiasi browser, da un qualsiasi dispositivo mobile, è la strategia che fin dal 2006 SMC ha fatto propria investendo in queste nuove tecnologie ed in particolare con un partner internazionale importante come Liferay”. L’evento ha ottenuto anche il patrocinio del Dipartimento di Informatica dell’Università Cà Foscari di Venezia, particolarmente attento agli sviluppi di tali tecnologie.

L’agenda della giornata è stata ricca di sessioni tecniche volte ad illustrare i decisi ed importanti miglioramenti della versione 6.0 di Liferay Enterprise Edition, rispetto alla versione 5.2, che riguardano specialmente le aree: Content and Knowledge Management, Social networking, amministrazione di sistema, interfaccia utente, utilizzabilità, ambiente di sviluppo ed integrazione. In modo particolare sono da porre in evidenza: il nuovo framework denominato Alloy, che consente una interfaccia utente dinamica, curata e consistente su tutto il portale; l'utilizzo anche del protocollo CMIS che consente una integrazione più spinta con applicazioni quali Documentum o Sharepoint; l'estensione del workflow su tutti gli asset, utilizzando jBPM; ed infine, nell’ambito dell’amministrazione di sistema, il nuovo sistema di auditing avanzato per l’analisi dell’accesso degli utenti.

Sono stati inoltre presentati ed analizzati anche importanti casi di studio quali: Bentec del Gruppo Benetton, Danone, Sogei (Ministero dell’Economia e delle Finanze) che hanno adottato Liferay per lo sviluppo del proprio portale istituzionale.

Nutrita la platea: circa 200 i partecipanti che hanno scelto di registrarsi all’evento, colmando i posti a sedere del bellissimo Auditorium S. Croce sito presso il Polo Universitario di Treviso. Gli iscritti , tra i quali Software House, liberi professionisti, studenti, aziende private, università, enti pubblici, ministeri ed enti governativi nazionali ed internazionali, sono giunti al Symposium da tutta Italia e dall’estero (Croazia, Francia, Romania, Repubblica Ceca, Slovenia, Estonia).

L'Auditorium Santa Croce, location del Symposium

L'Auditorium Santa Croce, location del Symposium

 

Autore: Giovanna Pavan
Link: http://smcgroup.pjoon.com/home
News inserita in: Open source
Pubblicato il: 19 novembre 2010


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter