Oggi è il 28 febbraio 2020
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Record di vendite online per il Teatro Nuovo di Udine

Un utile complessivo di 20.500 euro, oltre il 40% dei ricavi tratto da fonti diverse rispetto ai contributi dei Soci, un incremento del 45% sugli incassi e anche un incremento-record delle vendite via Internet (grazie all’attivazione del sito ufficiale www.teatroudine.it si è sfondato il tetto del 1000%).
Questi, in estrema sintesi, i punti salienti del Bilancio Consuntivo 2002 della Fondazione Teatro Nuovo “Giovanni da Udine”, approvato venerdì 28 febbraio dall’Assemblea dei Soci contestualmente al Bilancio Preventivo 2003. Punti che, va sottolineato, hanno soddisfatto i principali indirizzi richiesti dal Comune di Udine (Socio di maggioranza): garantire più ampie risorse finanziarie senza gravare ulteriormente sul bilancio comunale; introdurre forme imprenditoriali di gestione («Nessuno obietterà che l’autonomia di gestione del Teatro sia il risultato più tangibile di questa esperienza amministrativa» ha commentato il Presidente Frangipane); garantire che il Teatro fornisca un servizio culturale fruibile da tutto il territorio di riferimento. Basterebbe l’incremento-record delle vendite via Internet, del resto, per restituire fino in fondo l’immagine stessa di un “Giovanni da Udine” valido interlocutore dell’utenza regionale e tecnologicamente all’avanguardia: la biglietteria on-line del Teatro Nuovo, infatti, si trova ufficialmente ai vertici della classifica nazionale, preceduta solo da Milano, Roma, Bologna (circuito Charta). E dunque, calcolate le semplici proporzioni sul numero di abitanti, il dato non ha certo bisogno di ulteriori didascalie… Gli ottimi risultati conseguiti, peraltro, non rappresentano solo l’ennesimo grande successo del Teatro Nuovo, ma segnano, di fatto, una pagina davvero molto importante nella sua storia: lo spartiacque tra l’esperienza dell’Associazione (operativa dal settembre 2000 allo scorso dicembre) e la recente trasformazione in Fondazione. L’atto costitutivo ha determinato la riconferma dei tre Soci pubblici (Comune di Udine, con il 50%, Regione Friuli Venezia Giulia, con il 42,05 %, Provincia di Udine, con il 7,95%) e il parziale rinnovo del Consiglio d’Amministrazione (attivo fino al 2005). Al posto di Liliana Cargnelutti e di Fabrizio Cigolot, dunque, sono entrati Barbara Nicoletti e Renato Stroili, mentre sono rimasti ancora in carica Licio Damiani, Mario Del Bello, Roberto Bardini (Vicepresidente) e il Presidente Antigono Frangipane. È rimasta, parallelamente, in carica anche l’attuale Direzione artistica, con il Sovrintendente Rodolfo Castiglione come responsabile dell’attività di Prosa e Carlo de Incontrera come responsabile dell’attività di Musica e Danza, mentre alla Direzione amministrativa è stato riconfermato Giangiacomo Brunello Zanitti. La Stagione 2001/2002, cui si riferisce il Bilancio appena approvato, ha totalizzato 5754 abbonati e 86297 spettatori. Gli spettacoli più visti sono stati il musical «Hello, Dolly!» con Loretta Goggi e «La bella addormentata nel bosco» del Balletto Russo di Stato (per il quale, ricordiamo, è stato necessario aggiungere una replica supplementare). Numerosissimi, come sempre, i «tutto esaurito» e le rispettive liste d’attesa, che negli ultimi mesi del 2002 (cioè della corrente Stagione 2002/2003) hanno visto svettare il musical «Grease», il monologo di Marco Paolini «Parlamento di plastica» (inserito nella rassegna collaterale «Akròpolis 3») e il concerto dell’Harlem Gospel Choir. gianmatteo pellizzari ufficio stampa teatro nuovo "giovanni da udine" diretto/0432248454 e-mail/pellizzari@teatroudine.it
 

Autore: Redazione FullPress
Link: http://www.teatroudine.it
News inserita in: e-Commerce
Pubblicato il: 28 febbraio 2003


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter