Oggi è il 23 ottobre 2017
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Seminario Online sull'utilizzo di GeNIO di denav engineering

GeNIO e MESA una soluzione al TOP della tecnologia oggi disponibile per le applicazioni mobili interattive a disposizione delle Forze dell'Ordine.

MESA, definito dalla stampa americana come - il dispositivo che offre i vantaggi di un Tablet PC e di un robusto palmare, senza avere gli svantaggi di entrambi -, da oggi "ospita" l'applicazione GeNIO di denav engineering.

INTUITIVO, FLESSIBILE, APERTO, GENIO® - GeNIO Gendarmerie Network InterOperability, realizzato sulla piattaforma iDM - interactive Data Management, rappresenta oggi l'evoluzione della tecnologia mobile per il controllo del territorio da parte delle Forze dell'Ordine, infatti risulta adeguato per ogni settore di attività di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Guardia Forestale, Polizia Locale. A GENIO® si associano gli l'iDM per l'ispezione e il controllo dei veicoli, dei documenti, dei trasporti merci, dellla ispezione e controllo settimanale/mensile dei mezzi e delle attrezzature di dotazione e il pre-build per il controllo degli asset pubblici (cartellonistica, segnaletica, infrastrutture municipali, stato del manto stradale, ecc.). Una soluzione completa di ispezione e di controllo del territorio.
Perchè MESA? perchè MESA rappresenta l'investimento ideale a salvaguardia dello sviluppo delle applicazioni mobili sul campo, perchè MESA risponde in pieno al "chi più spende meno spende", perchè ...REGISTRATEVI al Webinario del 30 Marzo e lo scoprirete:

La registrazione gratuita qui: http://www.delfo.it/Newsletter/Marzo_1/dinforma_marzo1.htm

Mesa Genio

Mesa GENIO

 

Autore: massimo ferranti
Link: http://www.delfo.it/Newsletter/Marzo_1/dinforma_marzo1.htm
News inserita in: Formazione
Pubblicato il: 28 marzo 2011


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter

Argomenti