Oggi è il 12 dicembre 2017
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Strumento prova relè per impianti fotovoltaici, T 1000-E Plus

Nuovo strumento prova relè per impianti fotovoltaci T 1000-E Plus conforme alle norme CEI 016 e CEI 021.

ISA, da oltre 70 anni leader mondiale nella produzione e distribuzione di sistemi di prova e misura per l‘industria elettrica, è orgogliosa di presentare il nuovo strumento di prova ad iniezione secondaria T 1000-E Plus. Si tratta di uno strumento di prova sistemi di protezione di interfaccia ( SPI ) per verifiche su impianti fotovoltaici secondo la prescrizione “Guida alle interconnessioni alla rete elettrica” e conforme alle norme CEI-016 e CEI-021.
Le caratteristiche principali di questo modello sono:
• Tensione CA principale e ausiliaria: max 500 V
• Uscita di corrente e tensione con sfasatore e generatore di frequenza variabile
• Uscite di alta potenza
• Adatto per verifiche secondo la norma CEI 0-16 e CEI-021
• Ampio display grafico
• Controllo a microprocessore
• Memoria per salvataggio risultati e configurazioni di prova
• Interfaccia USB e RS232
• Funzione oscilloscopio per corrente e tensione
• Possibilità di sincronizzare più T 1000-E PLUS
• 2 contatti ausiliari per la prova degli autorichiusori
• Adatto alla prova di convertitori
• Software TDMS per archiviazione, analisi e stampa dei risultati di prova
• Compatto e leggero
Per ogni ulteriore informazione e richiesta di quotazione potete visitare il nostro sito www.isatest.com, inviare un'email a isa@isatest.com oppure telefonare allo 0331 956081

Strumento prova relè T 1000-E Plus

Strumento prova relè T 1000-E Plus

 

Autore: GINO AMADI
Link: http://www.isatest.com/productsScheda.asp?categoriaID=2
News inserita in: Energia
Pubblicato il: 02 marzo 2011


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non ่ responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter