Oggi è il 21 ottobre 2021
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Synology lancia DiskStation Manager 3.0 Beta

Include un’interfaccia web multi-tasking, il nuovo supporto per iPhone e Android e caratteristiche adatte all’ambito aziendale.

Synology Inc. ha presentato oggi la versione beta del suo sistema operativo, DiskStation Manager 3.0 (DSM 3.0), introducendo un’interfaccia web multi-tasking e un nuovo web desktop che rende il server NAS Synology ancora più intuitivo e semplice da usare. Il supporto potenziato per iPhone e Android favorisce l’aumento della mobilità dei file multimediali. Oltre a questo, il supporto Windows ACL semplifica la gestione dei file. Il supporto iSCSI, oltre all’aumento del volume di capacità, permette a quei business le cui prestazioni possono essere migliorate con soluzioni NAS, di soddisfare le richieste aziendali.
“DSM 3.0 realizza il nostro impegno nel produrre le migliori soluzioni NAS con caratteristiche che guardano al futuro” afferma Derren Lu, CEO di Synology Inc. “La novità dell’ interfaccia web multi-tasking ha migliorato la qualità per quanto riguarda l’esperienza di utilizzo di server NAS”.
La nuova interfaccia web multi-tasking offre agli utenti un altro modo di muoversi velocemente tra le applicazioni. Gli utenti possono infatti utilizzare diverse applicazioni contemporaneamente su un solo browser e passare da una all’altra istantaneamente, oppure eseguire in tempo reale uno scambio di file inter-app tra due o più browser. Il caricamento dinamico permette un veloce aggiornamento della pagina web. Tutte queste caratteristiche sono eseguite su un web browser, che imita l’esperienza di un desktop.
DSM 3.0 è ad oggi il più avanzato sistema operativo NAS realizzato da Synology. DSM 3.0 offre un web desktop personalizzabile che permette agli utenti di accertarsi che le loro applicazioni preferite siano accessibili e che gli sfondi selezionati rappresentino la propria personalità. Tutte le cartelle e i file accessibili possono essere gestiti all’interno di File Browser.

Le applicazioni smartphone Synology, il nuovo DS photo+, DS audio e DS cam da oggi supportano, oltre all’iPhone, anche Android. Con DS photo+, gli utenti possono caricare e scaricare foto o video sul loro iPhone o Adroid direttamente dalla loro DiskStation. Gli utenti possono inoltre visualizzare foto e video salvate sulla propria DiskStation, lasciando dei commenti per i propri amici. La versione DS audio per Android è fornita di una particolare funzione che permette agli utenti di controllare da remoto la musica diffusa dalla propria DiskStation attraverso speaker USB.

DSM 3.0 semplifica la gestione di file con priorità diverse tramite il supporto Windows ACL, individuando le impostazioni di priorità per le cartelle condivise e ogni altro file su DiskStation che utilizzano Windows. Le regole generali di precedenza di accesso formulano una gerarchia, e quelle esplicitate hanno la priorità rispetto alle impostazioni precedenti. Quest’esperienza caratteristica di Windows mira a offrire agli amministratori un metodo di gestione delle priorità più flessibile, adatto ad incontrare le richieste delle aziende.

Per una soluzione di memoria virtuale più flessibile, DSM 3.0 ora offre un cross mapping multiplo tra i target iSCSI e quelli LUNs. Offre inoltre connessioni multiple per sessione (MC/S) e multi percorso I/O (MPIO) che forniscono un sistema di failover e load balancing per rafforzare la stabilità di una rete di archiviazione. Per assicurare l’integrità dei file, DSM 3.0 si adatta agli standard SPC-3 PR per supportare Microsoft® Windows 2008 Server Failover Clustering o altri sistemi come VMware® Virtual Machine File System (VMFS) o Oracle® Cluster File System (OCFS).
DSM 3.0 con sistema EXT4 fornisce una base ben strutturata per l’archiviazione dati in ambito aziendale. Adotta il file system EXT4 e supporta il massimo spazio di volume di 1 exabyte, che corrisponde a 1 milione di TB, con maggiore stabilità, migliori performance e minori possibilità di frammentazione.
Un altro miglioramento importante in DSM 3.0 è l’upgrade della nuova Surveillance Station 5 che supporta più di 580 IP camera, 5 megapixel di risoluzione ed è compatibile con gli standard industriali ONVIF e PSIA, assicurando i futuri investimenti degli utenti. Inoltre Surveillance Station 5 rende la sorveglianza di proprietà ancora più facile. Gli utenti possono infatti controllare in diretta più di 36 canali in una sola schermata. La funzione Time Slicing divide gli eventi registrati in 4 registrazioni video di uguale lunghezza, permettendo agli utenti di visualizzare con uno sguardo veloce l’intero evento. La versione beta di Synology DSM 3.0, comprende inoltre il supporto WebDAV, l’integrazione IPv6 e altre nuove caratteristiche. Ulteriori dettagli disponibili al link: http://www.synology.com/enu/support/beta/Synology_DSM3.0_2010.php

Premi Synology DSM 3.0 Beta
Synology regalerà una DiskStation DS110+ ad un massimo di 3 persone che recensiranno la versione beta e daranno il feedback più utile per rendere Synology DSM 3.0 beta sempre più efficiente. Per ulteriori dettagli visitare il sito: synology.com/enu/support/beta/Synology_DSM3.0_2010.php

Disponibilità
La versione beta di Synology DSM 3.0 può essere scaricata gratuitamente per gli utenti che possiedono una DiskStation x07 o successive. I modelli supportati sono:
DS411+, DS1010+, RS810+, RS810RP+, DS410, DS410j, DS710+, DS210+, DS210j, DS110+, DS110j, DS509+, RS409+, RS409RP+, RS409, DS409+, DS409, DS209+II, DS209+, DS209, DS209j, DS109+, DS109, DS109j, DS409slim, RS408, RS408-RP, DS508, DS408, DS108j, RS407, CS407, CS407e, DS207+, DS207, DS107+, DS107, DS107e
Il download è disponibile al link: http://www.synology.com/enu/support/beta/index.php

La demo è disponibile al link:http://ftp.synology.com/enu/products/demo/index.php

 

Autore: Mattia Zanetti
News inserita in: Software
Pubblicato il: 23 agosto 2010


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non č responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter

Argomenti