Oggi è il 09 luglio 2020
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Think3 premiata dalla Fondazione Italia Cina

Il premio ottenuto nella categoria ‘Creatori di valore’ arriva a un anno dallo sbarco di think3 a Pechino.
Milano – Solo un anno fa think3 siglava una joint venture con la società cinese Beijing Extech Science and Technology e dava vita a EXTECH, nuova realtà che mira a diventare il principale fornitore di soluzioni software per l’industria manifatturiera in Cina. Ieri sera, la multinazionale guidata da Filippo Zuccarello, durante la Cerimonia di Premiazione della quarta edizione dei China Awards, ha ricevuto il premio nella categoria ‘Creatori di valore’ attribuito alle aziende italiane che hanno realizzato le migliori performance con la Cina, operando in distretti e in settori ad alta crescita di esportazione.
Think3, società che quest’anno festeggia i 30 anni di attività nello sviluppo software, fornitrice dell’unica tecnologia in grado di coprire l’intero ciclo di sviluppo prodotto, è stata tra i protagonisti alla manifestazione organizzata dalla Fondazione Italia Cina e da Milano Finanza con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero degli Affari Esteri, e con la partnership della Camera di Commercio Italiana in Cina e il contributo di Intesa Sanpaolo. La Cerimonia di Premiazione dei China Awards 2009, svoltasi ieri sera presso Palazzo Mezzanotte, ha inteso premiare casi di successo di imprese italiane che operano con la Cina, sottolineando l’importanza che l’internazionalizzazione riveste per le aziende italiane e i benefici che derivano dai flussi di capitali, persone, idee, beni e servizi tra Italia e Cina.
I China Awards della Fondazione Italia Cina sono l’unico riconoscimento in Italia per le aziende che meglio hanno saputo cogliere le sfide e le opportunità del mercato cinese.
“Questo importante premio giunge a coronamento della nostra strategia di investimento in Cina” dichiara Filippo Zuccarello, tra i fondatori di think3 e attuale CEO della multinazionale. “Crediamo che la Cina offra grandi opportunità per quelle aziende che hanno il coraggio e lo spirito imprenditoriale per affrontare un grande mercato in fase di sviluppo. La joint-venture EXTECH siglata un anno fa nasce dalla volontà di contribuire al rinnovamento tecnologico dell’industria manifatturiera cinese”.


Per ulteriori informazioni rivolgersi a Samanta Fumagalli, PR & Communication Manager, samanta.fumagalli@think3.com, tel. 039 6411141.


Informazioni su think3, Inc.
Think3, Società che opera da 30 anni nel comparto Ict, fornisce l’unica tecnologia in grado di coniugare i tre ambiti progettuali: concept, sviluppo e realizzazione del prodotto. In questo modo, permette a migliaia di aziende clienti di innovare per competere e affrontare le sfide dei mercati globali, grazie all’integrazione dei processi, favorendo la riduzione del time to market e dei costi.
Alle sedi storiche in Europa, Asia e Stati Uniti si è aggiunta una forte presenza in Cina grazie alla recente joint venture EXTECH, società costituita col partner Beijing Extech Science & Technology Co. Ltd., con sede a Pechino e uffici commerciali in tutto il Paese. Nel resto del mondo think3 conta su una rete di VAR selezionati.
Tutto questo consente a think3 di annoverare tra i propri clienti alcune tra le realtà più significative del mercato industry.
Per ulteriori informazioni, visitate il sito www.think3.com



think3, filiale italiana di think3 Inc.
Mario Bonelli
Centro Direzionale Colleoni – Palazzo Taurus 2
Viale Colleoni, 3
20041 Agrate Brianza - MI
tel. 039.6411.111
fax 039.6411.120
mario.bonelli@think3.com
 

Autore: Samanta Fumagalli
Link: http://www.think3.com
News inserita in: Varie
Pubblicato il: 26 novembre 2009


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter

Argomenti