Oggi è il 04 aprile 2020
Direzione Giornalistica: ANNA BRUNO 
 

Una ricerca dimostra che il costo dei sistemi di videosorveglianza IP è più basso di quelli analogici

Axis Communications, leader globale nel settore del video di rete¹, pubblica i risultati di una ricerca che dimostrano che un sistema IP costituito da 40 telecamere ha un costo totale di proprietà (TCO) molto minore rispetto a un sistema di videosorveglianza analogico

Milano - Axis Communications, leader globale nel settore del video di rete¹, pubblica i risultati di una ricerca che dimostrano che un sistema IP costituito da 40 telecamere ha un costo totale di proprietà (TCO) molto minore rispetto a un sistema di videosorveglianza analogico. La ricerca dimostra anche che, se l'infrastruttura IP è già presente, il costo del sistema di videosorveglianza IP è addirittura minore. Lo scopo dello studio era quello di approfondire il concetto di costo totale di proprietà in relazione ai sistemi di videosorveglianza analogici e IP. Nel corso della ricerca sono stati valutati numerosi fattori quali manutenzione del sistema, registrazione e riproduzione di video, telecamere, installazione, configurazione, formazione e infrastruttura cavi. “A livello generale, direi che non tutti hanno molto chiara la differenza tra il costo totale di proprietà di un sistema analogico e di un sistema IP”, afferma Fredrik Nilsson, Direttore Generale di Axis Communications. “Lo studio, effettuato da un ricercatore indipendente, fa luce su alcuni preconcetti diffusi relativi ai prezzi e conferma che i sistemi di videosorveglianza IP sono di fatto più economici'. Per portare a termine la ricerca sono state effettuate decine di colloqui con rappresentanti del settore non direttamente legati ai produttori, come rivenditori VAR e analisti, di diverse zone del Nord America, chiedendo loro di fornire la propria opinione, conferme e dati sui costi sotto forma di richieste di preventivo (RFP). Il preventivo si riferiva a uno scenario di distribuzione tipico costituito da un sistema di videosorveglianza con 40 telecamere, destinato a un campus scolastico di piccole-medie dimensioni. Ai partecipanti è stato chiesto di rispondere al preventivo tenendo conto del fatto che non esistevano né telecamere né un'infrastruttura di rete. I risultati hanno dimostrato che il costo per l'acquisto, l'installazione e l'uso dei sistemi IP era inferiore del 3,4% rispetto a quello dei sistemi tradizionali costituiti da telecamere e sistemi di registrazione DVR.

Dalla ricerca emerge che il costo di proprietà di un sistema di videosorveglianza IP equivale a quello di un sistema analogico solo nel caso in cui ci siano 32 telecamere installate. In altre parole, un sistema di videosorveglianza IP risulta sempre meno caro se l'installazione comprende almeno 32 telecamere. Per i sistemi costituiti da un numero di telecamere compreso tra 16 e 32, il costo è simile, ma leggermente più basso nel caso dei sistemi analogici. La ricerca ha dimostrato anche che la presenza di un'infrastruttura IP esistente riduce ulteriormente il costo del sistema di videosorveglianza IP, anche nel caso in cui il numero di telecamere sia compreso tra 1 e 32. “La ricerca ha messo in evidenza anche altri elementi e fattori non quantificabili, che però sottolineano alcune differenze molto importanti tra i due sistemi”, ha aggiunto Nilsson. “Le telecamere di rete forniscono più scalabilità, maggiore flessibilità e qualità delle immagini, oltre al fatto che consentono di usufruire della tecnologia megapixel. Inoltre, i sistemi IP vengono forniti con contratti di manutenzione e assistenza migliori e possono essere riparati remotamente in rete. Da ciò emerge che i sistemi IP sono più vantaggiosi sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista economico'. I dati completi sui risultati della ricerca sono riportati nel white paper Costo totale di proprietà (TCO): confronto tra sistemi di sorveglianza IP e analogici, che può essere scaricato da: http://www2.axis.com/files/whitepaper/wp_axis_tco_en_0709.pdf -Fine-

Note per gli editori 1 Axis Communications è leader mondiale nel settore del network video. È stato stimato che entro il 2010 le vendite delle telecamere di rete raggiungeranno da sole un volume superiore a 1 miliardo di dollari. Il tasso composto medio di crescita annuale (CAGR) per le telecamere di rete è stato stimato equivalente al 38% annuo ed è destinato a raggiungere 1,3 miliardi di dollari nel 2010, stando ai dati forniti da IMS Research (www.imsresearch.com), una società specializzata in ricerche di mercato, nel recente rapporto intitolato ‘The World Market for CCTV and Video Surveillance Equipment 2006 Edition’ (Il mercato mondiale dei sistemi TVCC e di videosorveglianza) pubblicato nell'ottobre 2006. AXIS CORPORATE BACKGROUND Axis é una societá IT che offre soluzioni network video per installazioni professionali. La societá é il leader mondiale per il network video, che stimola il mercato per la transazione dal video analogico a quello digitale di sorveglianza. I prodotti e le soluzioni Axis si concentrano sulla sorveglianze di sicurezza e monitoraggio remoto, e sono basate su piattaforme innovative e a tecnologia aperta. Axis é un’azienda Svedese che opera in tutto il mondo, con filiali aperte in 18 Paesi e che ha stretto collaborazione con partners in piú di 70 Nazioni. Fondata nel 1984, Axis é presente nei cambi Nordic List, Mid Cap e Information Technology. Per ulteriori informazioni su Axis, si prega di visitare il nostro sito web su www.axis.com.

Per maggiori informazioni: Ufficio Stampa Meridian Communications Srl Chiara Viti – Silvia Ceriotti Via Cuneo, 3 20149 Milano Tel. +39 02 48519553 Fax +39 02 43319331 Fax +39 02 43319331 meridiancommunications@meridiancommunications.it www.meridiancommunications.it Axis Communications Andrea Sorri, Country Manager Via Roma, 47 10025 Pino Torinese (TO) Tel. +39. 011 841321 Fax +39 011 8119260 andrea.sorri@axis.com www.axis.com/it

 

Autore: Silvia Ceriotti
News inserita in: Sicurezza e virus
Pubblicato il: 08 ottobre 2007


counter
Lascia un commento

Captcha image
I campi contrassegnati da un * sono obbligatori

E' vietata la riproduzione integrale del testo e l'uso delle foto. E' consentita solo la riproduzione parziale dell'articolo con link diretto al sito e citazione della fonte. L'editore non è responsabile di eventuali omissioni e/o imprecisioni.

Seguici su Facebook e Twitter

Argomenti